Starbucks, Domino Pizza e la Milano che cambia (reprise)

Dopo quanto scritto ieri, c’è un altro aspetto della Milano (commerciale) che cambia che è assurto agli onori della cronaca. Dopo annunci e smentite nel corso degli anni, due grosse catene alimentari americane aprono a Milano: Domino’s Pizza e Starbucks. La sfida è intrigante perché rappresentano due modi “stranieri” di presentare prodotti italiani: la pizza e il caffè. Attecchiranno qui da noi? Secondo me Domino’s si snaturerà, offrendo un prodotto in linea coi nostri standard, magari con varia nr un po’ esotiche. Saprà ritagliarsi uno spicchio di mercato se e quanto sarà ben gestito, al pari di spontini o qualsiasi kebabbaro. Diverso il discorso per un brand con una forte cultura aziendale come Starbucks. In città turistiche lo vedo di successo ma a Milano, dove già sopravvive un suo clone, non credo che possa avere il devastante impatto che ha avuto altrove nel mondo. Voi lascereste il vostro bar per un loro espresso? 

 Sorgente: Starbucks apre anche in Italia – Corriere.it

Pubblicato il 20 ottobre 2015, in Giorno Marmotta con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. No, perché sono per definizione degli intagliati che ti danno 1 litro di caffè bollente che ci va un’ora a raffreddarsi per berlo. E io sono Milanese Imbruttito 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: