Archivi categoria: Anti Fashion Blogger

Ikea Vs  Balenciaga : 3-0 e palla al centro

la-risposta-di-ikea-allazienda-di-alta-moda-che-ha-copiato-la-sua-borsa-orig_mainMolti di voi avranno letto della prezzolata borsa di Balenciaga, che sembra il saccone blu dell’Ikea. Del resto la cosa ha avuto grande risalto sul web. All’azienda svedese non è parso vero poter sfruttare questo assist mediatico e così sono usciti con un’ironica campagna su come distinguere la borsa originale (la loro) da quella falsa (la Balenciaga)

Sorgente: La risposta di IKEA alla borsa blu di Balenciaga

Non sarei un genitore fashion

Vicino alla stazione della metropolitana del mio paese, ogni mattina si ritrovano i bambini del Pedibus (o piedobus, a seconda delle versioni). Stamane notavo un bimbo tutto tronfio del suo taglio dei capelli: completamente rasato a zero, tranne la cresta centrale. Tipo moicano. Larga 5 centimetri e alta poco di più. Come neppure il figlio di un metallaro anni 80. 

Mah… forse è la moda ma io un bambino di 6-7 anni non lo manderei mai in giro così.

La grandonna sulla neve

Nel mio weekend montano, oltre a distruggermi fisicamente con attività ritenute innocue, ho fatto del gran people watching. La verità fondamentale alla quale sono giunto, è che la grandonna sulla neve, indipendentemente dall’età, se ha capelli lunghi ama sfoggiare una vezzosa treccia. O anche due.

Nuovi segni d’autunno

L’autunno è prepotentemente arrivato. La temperatura si è abbassata, gli alberi perdono le foglie, stanno arrivando le castagne.

Tutto vero.

Qual’è però il vero segnale che l’estate è finita e ci stiamo preparando al freddo? 

Le donne stanno montando il risvoltino di lana sulle O’bag…

La stagione del “vale tutto”

Questo caldo settembre, che però inizia a strizzare l’occhio all’autunno, rende sempre più complesso decidere come vestirsi. In questi giorni in giro, soprattutto sulle donne, si vede tutto e il contrario di tutto. Nel corso della stessa giornata mi è capitato di vedere: hotpants ma anche collant invernali, top con la pancia scoperta e a fianco giubbotti in ecopelliccia, infradito e stivali al ginocchio. 

Insomma. Non si capisce una fava.

Io, Sgarbi e il marsupio

Sgarbi è un personaggio scomodo. Ai più sta antipatico. Personalmente credo che, se si capisce il suo linguaggio comunicativo, sia spesso condivisibile nei contenuti. Ora si lancia contro i marsupi maschili e non posso che essere d’accordo. Sono inguardabili quasi come le ballerine da donna. Con buona pace di Jared Leto.

Sorgente: Vittorio Sgarbi sul marsupio: «Oltraggio al decoro urbano». Ma piace agli uomini – Corriere.it

Si preparano le installazioni

“Installazione” termine (e concetto) che mi hanno sempre fatto grande ilarità e che in questo periodo dell’anno diventa centrale bei discorsi dei milanesi trendy. Sì perché il Salone del Mobile e soprattutto il Fuorisalone, si avvicinano. Quest’anno poi, che si sovrappongono alla Triennale del Design, mi aspetto molto movimento. Ieri ho girato parecchio in centro a piedi e in effetti c’è del fermento: i lavori per le Installazioni fervono un po’ ovunque (con tanto di registrazione in time lapse dei work in progress)

 

Il mondo che è sempre più piccolo: gli acquisti in vacanza

Una volta quando andavi in vacanza in posti come gli Stati Uniti o Londra potevi, al ritorno, tirartela un po’ con marche qui sconosciute o comunque introvabili. Con la globalizzazione commerciale ormai queste cose si sono perse e trovi tutto d’appertutto. Tornavi con qualcosa di Abercrombie e già sapevano dove eri stato. Meno spendibile socialmente ma una delle ultime griffe a perdere questo fascino è stata Victoria’s Secrets. Meno di un lustro fà la Famigerata Ex mi telefonava dallo store di New York bullandosi. In tempi più recenti l’Addetta Stampa mi ha fatto conoscere a Londra Ben Sherman, che da camicie che mi piacciono molto. Ora ogni volta che ci vado provo a prenderne una. Speriamo non apra mai in Italia. Sempre a Londra c’è una catena di negozi (non ricordo neppure il nome) che fa delle simil Clarks con suola bicolore che mi intrigano molto. Forse un po’ sopra le righe per il mio stile ma mi piacerebbe avere il coraggio di indossarle. Ogni volta a Londra ci passo ma non le prendo mai. Un paio di settimane fa ero al Teatro Manzoni e proprio lì vicino ha aperto quel negozio. Ci sono rimasto male: averlo a portata di mano ne rovina gran parte del fascino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: