Archivi Blog

Moda, Anni 80 e… film porno

Spesso sulle nostre bacheche di Facebook vediamo apparire le peggiori cavolate. Facendo una certa selezione degli amici, si riescono ad evitare fake news, “buongiornissimo” e altre cose del genere. Però, diciamolo, il livello non è quasi mai eccelso. Poi arriva una mattina e ti trovi il link ad una chicca del genere:

LA MODA ALLUCINANTE DEI FILM PORNO ANNI 80

Nuove tendenze del caffè: Cold Brew

 

cold brew

Ieri accompagnavo Mrs Puck al Sigep, una fiera del settore alimentare, specializzata in gelati, caffè, pasticceria e prodotti da forno.

Ovviamente noi eravamo interessati prettamente alla parte caffè e devo dire che la cosa non mi ha deluso. Nel 2018 (magari anche prima che arrivi Starbucks a Milano) volete fare i fighi con gli amici? Parlate o offrite caffè Cold Brew o, in italiano, estratto a freddo.

In soldoni, di che si tratta? L’acqua non passa più attraverso il caffè calda e sotto pressione ma fredda e goccia a goccia. Ne va da sé che stiamo parlando di un caffè bevuto magari con ghiaccio e che necessita di diverse ore per venire preparato.  Lo si puo’ avere a casa, con macchine (anche di costo contenuto) come quella che vedete nell’immagine. Oppure anche al bar. Qui poi la perversione raggiunge i livelli massimi e a guidare la fila c’è, come al solito in queste cose modaiole, Starbucks. La casa del Frappuccino ha infatti lanciato il Nitro Cold Brew, una sorta di spina che offre il caffè precedentemente estratto a freddo, con una piacevole schiuma che lo fa somigliare molto più ad una birra stout che non ad un caffè. Con l’arrivo della catena in Italia e con il successo che il Nitro Cold Brew sta avendo all’estero, i colossi si stanno attrezzando. Primo fra tutti Illy, che in fiera proponeva già una propria spina.

Io vi ho avvisato: sarà il must dell’estate analcolica.

Prevedo che presto vi mostrerò una recensione della macchina che vedete nell’immagine… Se volete essere anche voi first mover e acquistarvela… ecco il LINK

Da dove nascono le mode?

Mi facevo questa domanda l’altro giorno, guardando degli adolescenti. Qualche mese fa, di punto in bianco, tutti hanno iniziato a volere lo stessso zainetto della The North Face. Non è una cosa nuova. Anche noi, chi più chi meno, a quell’età subivamo il bisogno di “avere quello che avevano gli altri”. La mia curiosità, in questo caso, è però: da dove è cominciata in questo caso? Non è certo una marca con una grande penetrazione qui da noi. Qualcuno, magari con figli, sa aiutarmi?

Nuovi segni d’autunno

L’autunno è prepotentemente arrivato. La temperatura si è abbassata, gli alberi perdono le foglie, stanno arrivando le castagne.

Tutto vero.

Qual’è però il vero segnale che l’estate è finita e ci stiamo preparando al freddo? 

Le donne stanno montando il risvoltino di lana sulle O’bag…

Io, Sgarbi e il marsupio

Sgarbi è un personaggio scomodo. Ai più sta antipatico. Personalmente credo che, se si capisce il suo linguaggio comunicativo, sia spesso condivisibile nei contenuti. Ora si lancia contro i marsupi maschili e non posso che essere d’accordo. Sono inguardabili quasi come le ballerine da donna. Con buona pace di Jared Leto.

Sorgente: Vittorio Sgarbi sul marsupio: «Oltraggio al decoro urbano». Ma piace agli uomini – Corriere.it

È primavera, svegliatevi ballerine 

No c****, no. Sono bastati un paio di giorni di sole e il fatto che il calendario reciti che è iniziata la primavera, perché per strada riappaiano le odiate calzature femminile. Neppure quest’anno ce ne libereremo. Così come voi non vi liberate da questo post annuale 🙂

  

Questo è il selfie del qua qua…

duck-face-selfieCare giovani e trendy fanciulle che leggete queste pagine (ammesso che ce ne siano), mi spiegate una cosa? Come possono essere sexy delle foto in cui si fa una smorfia? Nella migliore delle ipotesi passerete per una che si è siliconata. Nella peggiore per delle cretine.

 

PS A corredo di questo post ero tentato di mettere una mia foto con duck face, poi ho avuto pietà di voi…

Che tu sia maledetto

Che il Signore maledica chi ha sdoganato la tuta felpata come indumento trendy. Sia maschile che femminile. Orribile! In The Big Theory c’è un personaggio perculato da tutti che veste sempre così. Chiamato Capitan Tuta. Volete farvi ridere dietro anche dai Nerd? Vestite in tuta. 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: