Archivi categoria: Canzoni

Siamo già al 13 settembre e…

…non ho ancora sentito per radio o condivisa sui social questa canzone.

Scusate ma ci tengo alle tradizioni!

Una canzone per il venerdì, dai profondi anni 80.

Cerchiamo di finire la settimana lavorativa con un po’ di energia.

Cosa mi resta di questo Eurovision Song Contest?

Si è chiuso il primo Eurovision Song Contest post Covid e post Ja Ja ding dong (se non sapete che sia, vergogna).

Cosa mi resta di questa edizione? Bhè sicuramente il tifo. In parte per gli italici Maneskin ma soprattutto per l’islandese Dadi Freyr, che seguo da tempo. Oltre a questo, musicalmente cosa mi è rimasto? Poco.

Però stamattina mi sono svegliato con questa canzone in testa e non mi esce. Da subito mi è piaciuta molto però non pensavo mi restasse così. In effetti è molto in linea con altre canzoni per le quali, nel tempo, mi sono fissato.

Buon ascolto.

…e anche stavolta vi ho imparato di musica :-)

Vabbè dai ragazzi, salite tutti sul carro del vincitore! Forza, c’è posto! Da ieri sera, dopo la (non) esibizione all’Eurovision Song Contest, si moltiplicano in giro i fans di Dadi Freyr.

Peccato che non sappiate che, per quanto carina, la canzone di quest’anno, non merita di allacciare le scarpe a quella che avrebbe dovuto partecipare lo scorso anno: Think about things. Già il video ufficiale è fantastico ma lo sono anche quelli all’esibizione del Sanremo islandese o quello fatto con i contributi dei fans. Vi lascio con quest’ultimo video e con un breve documentario su Dadi Freyr

La canzone che doveva vincere l’oscar

Ok, tutti a tifare la Pausini. Va bene. Però per me la canzone che doveva vincere era Husavik dal film (Netflix… e già qui si capisce perchè non l’hanno fatto vincere… concedetemi questa deriva mini complottista) Eurovision Song Contest.

Vi lascio prima il video della performance della notte degli oscar (dal porto di Husavik) e poi quella dal film.

Uno e un solo post su Sanremo 2021

E’ passata una settimana da Sanremo, quindi direi che ora posso parlarne. Come al solito, non l’ho seguito in diretta. Mi sono recuperato su youtube le canzoni che mi interessavamo. Fare come l’anno scorso, quando potei bullarmi di aver parlato in tempi non sospetti del gruppo rivelazione, sapevo sarebbe stata dura.

Però sono rimasto comunque soddisfatto, perchè la canzone che aspettavo è, a mio gusto, a mani basse la più bella non solo di Sanremo ma tra quelle nuove ascoltate nell’ultimo anno.

Canzoni che vorrei sentire almeno una volta dal vivo

Con il COVID19 (diventerà mai Covid20?), la musica dal vivo ha subito una bruschissima interruzione. Questo è avvenuto proprio nel momento in cui stavo provando a togliermi la soddisfazione di sentire almeno una volta dal vivo alcune canzoni. Quali? Bhè al momento ora ne ho tre che vorrei veder fatte di persona almeno una volta… Eccole in ordine sparso

La mia estate digitale terrestre 1: Jerusalema

Quest’estate è stata una estate italiana. Mrs Puck e io abbiamo affittato un appartamento nel paese dove la mia famiglia va da sempre (Pinzolo). Ci è capitato quindi di vedere più televisione di quanto faremmo in vacanza e di vedere più digitale terrestre, mentre a casa andiamo quasi sempre di streaming e satellite. Abbiamo quindi scoperto tante piccole chicche, alcune positive altre meno. Un primo effetto pavloviano è che ogni volta che sento la canzone Jerusalema, per me ormai è Bake Off Italia. Lo passavano poco quello spot…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: