Archivi categoria: Canzoni

Chris Rea, Josephine e io

Non ho mai retto Chris Rea. Oddio, lui non mi ha fatto niente di male. Diciamo che non ho mai sopportato la sua musica, nonostante riconosca che non è certo l’ultimo arrivato. Quando passa per radio, mi provoca un mix di malessere e malinconia. Insomma, mi inquieta. Purtroppo l’altro giorno ho sentito un  suo brano e ora non riesco a togliermi di testa Josephine, una delle sue canzoni più famose.

Annunci

Picinin

Ogni anno, in questo periodo, mi monta dal cuore una canzone.

In questi giorni in cui i ragazzi iniziano ad essere in ferie. Ferie ben più lunghe di quelle che un qualsiasi lavoratore faccia.

Allora…

Quando un DJ fa la differenza

Non è vero che non mi piaccia la musica “ballabile”. Ho diversi cd di disco anni ’70 e, udite udite, diversi cd anche di DJ. Di due a dire il vero: Mousse T e Fat Boy Slim. Proprio di quest’ultimo vi vorrei parlare oggi. Stamane il Trio Medusa ha rimandato Brimful of Asha dei Cornershop. Sicuramente l’avete sentita tutti almeno una volta. Quello che magari non sapete è che la versione originale dell’album è discretamente una palla come ritmo:

Quella che regolarmente viene passata in radio è invece la versione remix di Norman Cook (Fat Boy Slim) che è quella che ha dato il successo al brano.

Non sono contro i DJ, lo sono solo quando fanno musica di melma.

I have a dream – aka la cover che vorrei

Oggi, lavorando, ascoltavo la mia playlist dedicata allo ska italiano. Alché ho avuto un orrido desiderio: non sarebbe male se gli Jalisse facessero una cover de “abbiamo vinto il festival di Sanremo” degli Statuto… ci sarebbe, se non altro, della grande autoironia.

Ps in un mondo perfetto, io sarei un Mod.

Cd dei quali mi vergogno

Stamane Mrs Puck e io siamo finiti a discutere di musica, argomento che non tocchiamo spesso, visto le diversità dei nostri gusti in materia. Per radio passavano quella che, mi è stato detto, essere l’ultima canzone di Jennifer Lopez. Io mi lamentavo del fatto che, una volta, la musica latinoamericana la passavano solo d’estate (e quest’anno è stato particolarmente tragico). Lei obiettava che quella non era musica latinoamericana, poiché non ci si poteva ballare nessun tipo di danza di quelle là. Io allora replicavo che, nel genere, a mio avviso ci finisce anche quello. Argomentando la mia affermazione, parlavo anche dei cantanti italiani che vanno forte in sud America perché affini a quei gusti. Ho allora dovuto ammettere di possedere questo cd:

Ancora sulla musica brutta (per farmi odiare dai fans di Vasco)

Oggi è, lavorativamente, una giornata che si preannuncia MOLTO pesante. Motivo per il quale, arrivato alla scrivania, mi sono messo le cuffie, acceso la mia nuova radio, e mi sono messo a testa bassa a provare a concentrarmi e scardinare le grane una ad una.

Tutto è partito bene, peccato che poi ci ha pensato RDS Relax a rovinarmi ulteriormente la giornata, passando la cover di Generale fatta da Vasco. Uno dei punti più bassi della musica italiana, se non altro per lo stridere tra la bellezza dell’originale e… questa cosa.

Il lato brutto degli anni 80 (musicali)

Da qualche giorno, per radio, sentivo una canzone brutta. Ma veramente brutta. Certo, gusti personali. Però a me proprio non piace. Sonorità totalmente anni 80, ma non quelli belli, quelli veramente trash italiani dei tempi dei cloni di Mixage. L’ho shazamata (ok, dopo vado a fustigarmi per aver usato questo termine) è sono saltati fuori tali Takagi e Ketra. Ignoro totalmente chi siano. Non li cerco su google per paura di scoprire che sono youtuber. Fatto sta che, imho, chi ama gli anni 80 non puo’ che disprezzare questa canzone.

(Don’t) Analyze

Avevo smesso di fare post di un certo tipo ma i Cranberries sono state una delle band che ha segnato la mia tardo adolescenza. Ciao Dolores.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: