Archivio dell'autore: puck74

The day after tomorrow

Tranquillo Trump. I cambiamenti climatici non esistono e questi espertoni creano solo allarmismo.

TEMPESTA DI NEVE SU NEW YORK

Sembra il film The Day After Tomorrow

Annunci

La Flat Tax esisteva già

Dal 2019 parte la flat tax! Wow! Che bello! Che Novità!

Sì, peccato esistesse già. A parte il fatto che le società di capitali (srl e spa) hanno sempre pagato un’aliquota unica, dal 2019 questa Flat Tax parte per le partite iva individuali. Se però si va a vedere, si nota che non è una novità ma l’estensione del regime già conosciuto come “forfettario” ai soggetti che fatturano fino ai 65.000 euro.

Detto che non è una novità, ma la spacciano per tale, è comunque un bel vantaggio perchè assicurerà (a chi riuscirà a rientrarvi, non è così automatica la cosa) un bel risparmio fiscale.

Piccola nota dolente: non è vero che sono (totalmente) esonerati dalla fatturazione elettronico. Così, giusto per non darvi troppe buone notizie 🙂

Accrocchi cinesi

Apple, nelle ultime versioni di iPhone (ma penso anche di iPad) ha tolto l’ingresso del jack audio. Quindi per ascoltare la musica si hanno tre scelte: 1) lo speaker interno 2) gli auricolari BT 3) auricolari con connettore lightning.

Se optate per l’opzione 3) potete utilizzare quelli che vi vengono dati nella confezione all’acquisto. Ma se li perdete o si rompono? Quelli originali sono ben prezzolati. Siccome Mrs Puck and I siamo abbastanza disordinati, ne dovevamo prendere due. Lei si è data da fare e ne ha trovati di economici su Amazon. Tutto bello, tutto buono. Arrivano. Apro la confezione e ci sono delle istruzioni (???). Cioè? Non basta che li connetto? No. Evidentemente la tecnologia apple è particolare e quindi questi ingegnosi produttori cosa hanno pensato per limitare i costi e aggirare i problemi tecnici? Inserisci il cavetto che però non serve a passare l’audio ma solo ad alimentare quelle che alla fine sono auricolari BT a cavo… Quindi dopo averli connessi, devi riconoscerli e funziona tutto.

Alla fine poco cambia. Però nella tecnologia si trovano davvero delle assurdità pratiche.

Gli ultimi mesi di un grande amore

Con un po’ di tristezza, siamo arrivati alla fine di una grande storia d’amore, che forze esterne mi hanno costretto a troncare.

Ho deciso di cambiare auto.

Correva l’aprile 2005, quando ritirai il mio Pt dalla concessionaria. A febbraio 2019 ritirerò la sua erede. Mi piace, altrimenti non l’avrei presa. Però non è la stessa cosa.

Dopo due auto che potrei definire concettuali, sono passato ad una vettura pragmatica. Anche perché è anni che cerco una nuova concettuale senza trovarla.

La mazzata finale è stato il blocco dei diesel euro 3 che, per quanto usi poco, l’auto, è stata la spinta finale.

Per parlare dell’erede ci sarà tempo. Intanto grazie di tutto pt. Resterai sempre LA mia auto.

Brutte persone – Married Edition

Stasera è Halloween. Come ogni anno ci sarà il famigerato Halloween Condiminiale. Come ogni anno faccio un post ad hoc. Del resto, almeno una delle mie assidue lettrice se lo aspetterà.

Fatto sta che, chi si assomiglia si piglia. Io e Mrs Puck abbiamo deciso, di comune accordo, di non farci trovare a casa. Tanto faremmo tardi al lavoro. Tiriamo lunghi e ce ne usciamo a cena.

Ci faranno gli scherzetti? 🙂

Intanto vi lascio con una canzone ad hoc.

Sharing economy e senso civico. Concedo il beneficio del dubbio?

Prima premessa: da anni spingo per sdoganare il monopattino per adulti anche da noi.

Seconda premessa: nella mia recente capatina parigina, sono stato molto colpito dalla diffusione dei monopattini elettrici in sharing. Pensavo “da noi durerebbero 5 minuti”.

Arriviamo a oggi: passo in Cadorna e vedo questo tre monopattini messi lì in mezzo, con il marchio Helbiz. Rapida ricerca e scopro che lanciano il servizio anche a Milano. Entusiasta, corro a registrarmi. Speriamo che li vandalizzino meno rispetto al bikesharing.

In Europe We Trust

Forza Italia è nata come un movimento derivato dalla Fininvest, con precise strutture e una precisa divisione.  La sua versione 2.0 non è altrettanto sofisticata (o forse lo è molto di più): il M5S vuole passare per la massima espressione della democrazia e della manifestazione della volontà popolare, però poi è gestita da una Srl (o una serie di Srl, se contiamo la Casaleggio Associati e Rousseau). Fatto sta che alle istituzioni europee questa cosa puzza un po’ e hanno deciso di aprire un’indagine.

LEGGI QUA L’ARTICOLO DE IL SOLE 24 ORE

Non chiedetemi perchè

Non chiedetemi perchè ma sono due giorni che ho in mente questo spot degli anni 80…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: