Ti sblocco un… ma anche basta

All’inizio la moda dei post (soprattutto di instagram) “ti sblocco un ricordo” la trovavo anche divertente. Seguo diversi account di retrogaming e archeologia informatica e trovavo la cosa carina.

Ora però si sta esagerando e, in ogni dove, è un proliferare di “ti sblocco un ricordo”. Poi si sta sempre più andando alla deriva e se, inizialmente, erano vere e proprie chicche, ora mi trovo a guardarlo e dire “embè?”.

Insomma, ha già fatto il suo tempo.

Ah, Suez!

La nave container è stata finalmente disincagliata. La navigazione nel canale di Suez sta riprendendo normalmente. Giusto in tempo perchè mi renda conto che il problema era nel canale di SUEZ appunto. Non so perchè ma ero straconvinto che il canale chiuso fosse quello di Panama. Mi sembravano strane le immagini infatti…

Ogni tanto tifare Cremonese regala qualche soddisfazione

Ecco il gol dello 0-2 in casa della Virtus Entella ieri

Ok, lo stesso autore del gol, Castagnetti, ha ammesso che non voleva tirare in porta. Circa un anno fa però faceva quest’altro tirello dalla distanza:

Uno e un solo post su Sanremo 2021

E’ passata una settimana da Sanremo, quindi direi che ora posso parlarne. Come al solito, non l’ho seguito in diretta. Mi sono recuperato su youtube le canzoni che mi interessavamo. Fare come l’anno scorso, quando potei bullarmi di aver parlato in tempi non sospetti del gruppo rivelazione, sapevo sarebbe stata dura.

Però sono rimasto comunque soddisfatto, perchè la canzone che aspettavo è, a mio gusto, a mani basse la più bella non solo di Sanremo ma tra quelle nuove ascoltate nell’ultimo anno.

Come NON scegliere una serie TV

Ormai viviamo nell’era d’oro delle serie Tv. Il proliferare di piattaforme streaming e la pandemia non hanno fatto che acuire questa tendenza. Come decidere allora quali serie vedere? La cosa più classica, dopo una prima scrematura, è guardarsi una o due puntate per farsi un’idea. Con questa esperienza, ho maturato una regola d’ora per evitare di perdere tempo con una o più serie:

Non guardare una serie la cui sinossi potrebbe iniziare con “In un futuro distopico”

Il Karma mi punirà?

Lunedì mattina. Milano centro. Visto il blocco dell’area C e la liberalizzazione dei parcheggi nella zone gialle residenti, ogni tanto mi azzardo a fare il giro più vicino all’ufficio, in cerca di parcheggi. Oggi mi avvicino alla zona papabile per un botta di culo… vedo un’auto che, in totale infrazione della riga continua, fa inversione per mettersi nella mia carreggiata. Unico motivo per farlo: ha visto un parcheggio più avanti rispetto a me. Riesco fortunatamente a superarla, prima che riprenda la marcia e… mi infilo nel parcheggio, effettivamente disponibile centro metri avanti. Senza grossi sensi di colpa: non è che l’inversione valeva come prenotazione di un posto a enne metri di distanza 🙂

MINC**A Come Streammo!

Con quarantasei primavere, un blog che ha passato i dieci anni di vita (e che leggete in quattro), un paio di account instagram di mediocre successo, ho deciso di cimentarmi in una nuova avventura da vero nerd bimbominkia: ho iniziato a fare streaming su twitch. Se la vostra risposta è “ehhh?” la risposta è: ho iniziato a trasmettere in diretta le mie partite sulla playstation su di una piattaforma dedicata.

Anche lì, ca va sans dire, mi seguono in pochi ma, devo dire, mi diverto. Per ora ho una attrezzatura da pochi euro (e questo si riflette sulla qualità grafica delle mie trasmissioni) però, per ora, mi va bene così. Magari poi ci dedicherò qualche euro, se vedrò che continuo a dirvertirmici.

Quello che però ho già fatto, è farmi fare un logo. Sì, perchè mi sono studiato anche un nickname, in luogo del classico “Puck” che identifichi bene il mio segmento di mercato: i giocatori over 40. Ecco che quindi dismetto i miei classici panni e vesto quelli di… MATUSAGAMER74 😀

Cliccate sull’immagine per visualizzare il mio canale.

Alla fine sono entrato in Clubhouse

Clubhouse è il social del momento. Anche e soprattutto perché non è, ora, accessibile a tutti: devi avere chi ti invita e poi potrai a tua volta invitare qualcuno. In modo però molto limitato dal punto di vista quantitativo.

Dopo una settimana che mendicavo un invito, oggi, a sorpresa, mi è arrivato. Con molta curiosità, stasera ci ho mosso i primi passi. Per un passo facciamolo indietro e spieghiamo come è strutturato Clubhouse.

In pratica è un social solo audio, dove si formano della stanza, con particolari topic. La gente ci entra e ne discute. Leggendo di Clubhouse credevo che le discussioni si sviluppassero come un susseguirsi di messaggi audio registrati, invece è proprio un gruppo aperto in cui alcuni possono essere abilitati a parlare, altro devono “alzare la mano” per farlo e i moderatori li abilitano.

Interessante. Anche perché al momento è un ambiente abbastanza ristretto e di livello. Personalmente mi sono sentito quasi fuori luogo e mi sono limitato ad ascoltare.

Forse un giorno sarà una melma come Facebook o Twitter, però mi sento fortunato per aver potuto partecipare a questa prima fase.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: