Maggio: un mese molto Nerd

Maggio è un mese molto nerd, non solo perchè compio gli anni ma perchè ci sono due importanti festeggiamenti annuali. Il primo cade proprio oggi: il 4 maggio. E’ infatti lo Star Wars Day. Come mai è stata scelta questa data? Per un gioco di parole che ho sempre trovato divertente (ma non faccio testo, sono nerd).

Il saluto dei Jedi è “che la forza sia con te” o, in inglese “may the force be with you”. Ecco che, con un minimo di variazioni, divente “may the forth be with you”

Buon Star Wars Day a tutti

swdfi678945

Ps: quando faccio questi post, che replico quasi ogni anno, mi sento come i telegiornali che fanno ogni sei mesi il servizio su come smaltire i postumi del cambio tra ora legale e ora solare.

Annunci

Aforismi di primavera

Ok, in questi giorni la temperatura si è abbassata però è indubbio che sia arrivata la primavera. Perchè lo dico? Semplice:

La prima zanzara notturna dell’anno, non si scorda mai. (e non si accoppa neppure).

Per fortuna che avevo ancora il Vape e l’Autan a portata di mano…

La coerenza della caffeina

L’altro giorno ero a pranzo, in un bar vicino al mio ufficio. Visto il periodo stressante, al momento di ordinare il caffè mi era venuta una mezza idea di chiederlo decaffeinato.

Poi ho guardato il tavolino dove stavo mangiando: mi ero appena scofanato una lattina di coca zero. Zero zucchero, zero calorie, caffeina magnificamente immutata.

Per coerenza ho ordinato un caffè normale. Anzi, lungo.

Della palestra, del giramento di maroni e del matrimonio

Quando, ormai credo quattro anni fa, mi iscrissi in palestra, era stato il classico circolo virtuoso in cui i motivi “sbagliati” mi spingevano a fare una cosa giusta.

Mi giravano pesantemente i maroni, per via di un noto evento nefasto nella mia vita privata, avevo quindi necessità di scaricare la tensione. Parimenti, dati i miei problemi fisici, avevo esigenza di fare attività fisica di un certo tipo. L’utile si unisce al dilettevole. Andavo in palestra dalle due alle tre volte a settimana. I giramenti diminuivano e la mia fisioterapista era contenta.

Ora?

Mi sto per sposare. Sono felice, anche se stressato lavorativamente. Non vado in palestra da oltre un mese. Se la mia fisio mi vede mi ribalta come un calzino…

Oggi ho qui in ufficio la borsa che mi guarda. Mi fa “Andiamo?” e io che sono combattuto sul da farsi…

Come ti tradisco Caprotti con Bezos (o Gasbarrino)

E’ con il cuore contrito, in ginocchio sui ceci e fustigandomi la schiena, che scrivo questo post.

Sì, perchè il vero F205, il milanese imbruttito fiero di esserlo fa la spesa in un solo posto: l’Esselunga.

Mrs Puck (aka GiGi, pronunciato sgisgi, in questi frangenti) aveva già tentato, invano, di portarmi sulla cattiva strada e, quando mi distraggo, me la ritrovo al Penny Market. Però, da vero uomo rude, la rimetto a posto al grido di “Pentiti! E credi in Caprotti”.

Poi però… arrivi che esci tardi dal lavoro e il frigo assomiglia alla fortezza di Supermen: una desolante e fredda caverna di ghiaccio. La voglia di andare a fare la spesa è poco e pensi quindi di farla online. Qui Esselunga mi perde punti: non puoi farla per il medesimo giorno, figuriamoci entro due ore. Amazon Prime Now, con Unes, sì.
Ecco che quindi ieri sera siamo caduti di nuovo in tentazione e abbiamo riempito così il frigo (e le pance).

Una delle tante irrazionalità dell borsa

Partiamo da due assunti: le borse sono (a volte e nel breve) irrazionali e le società calcistiche, essendo commerciali a tutti gli effetti, è accettabile siano quotate in borsa. A volte però i due aspetti si vanno a sommare creando storture. Oggi apro dei flash di borsa e trovo:

Juventus (JUVE.MI) +3,5%, il mercato premia la prova d’orgoglio di ieri sera.

Mi dite che senso ha? Se avesse passato il turno, con relativi maggiori contributi uefa e possibilità di vittoria, l’avrei anche capito. Però così… La partita di ieri, se mai, poteva giustificare una perdita sul titolo. O mi sfugge qualcosa?

C’è aria di Fuorisalone

Ieri sera abbiamo fatto un aperitivo con amici in zona corso Garibaldi. Vuoi le prime giornate tiepide, vuoi il venerdì sera, vuoi i milanesi imbruttiti, però c’era davvero il mondo. La chiara impressione è che ci sia già aria di Fuorisalone, l’evento che, al grido di “installazioni!”, muove masse oceaniche per le vie dei Distretti bene del design (o modaioli) di Milano.

L’investitura divina di Casaleggio

Oggi mi imbatto in questo articolo dell’Huffington Post (che riprendere un’intervista de Il sole 24 ore) a Davide Casaleggio.

Qualcuno mi potrebbe però cortesemente spiegare che razza di investitura divina abbia avuto? Quale base lo avrebbe votato? Ancora qualcuno crede alla storia della democrazia dal basso?

Sorgente: La benedizione di Casaleggio alla strategia di Di Maio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: