Archivi categoria: Giorno Marmotta

I problemi della miniaturizzazione

 

pi2modb1gb_-compUna volta i computer erano grossi come una stanza. Era un po’ dura perderseli. Anche di recente però, un desktop o un mac non hai problemi a trovarli in giro per casa.  Stesso discorso per una Playstation. Magari puoi dimenticare dove hai messo un portatile o un tablet. Ma anche lì a perderli, in casa, ce ne vuole…

Io invece qualche mese fa ho comprato un Raspberry Pi. Compreso di case, ha una dimensione di circa 10cm x 8cm.

L’ho perso in giro per casa. Oggi mi è arrivato il nuovo case che ho acquistato (una figata… è una riproduzione in piccolo del vecchio commodore 64, al cui interno posizionare la scheda madre). Però non ho il computer da sistemargli all’interno. Stasera devo proprio ribaltare casa…

WINTER is coming!

No, non voglio parlare di Game of Thrones. Vorrei attirare la vostra attenzione sul fatto che ormai è ora di tirare fuori i piumoni e i giacconi pensanti. Ma come, direte voi, si sta schiattando di caldo!

STOLTI!!!

Oggi è il solstizio d’estate. Cosa vuol dire? Che è la giornata con la maggior durata di ore luce nell’anno. Da domani LE GIORNATE COMINCIANO AD ACCORCIARSI. E’ un attimo che ci si distrae e si finisce con l’essere in ritardo coi regali di Natale.

Oh… io vi avevo avvisato, poi fate voi.

Sorgente: Solstizio d’Estate 2017: quand’è e significato – GreenStyle

Il buco nero di Lotto

Uno dei motivi principali per i quali ho (leggermente) abbassato il numero di post sul mio blog, è che la mattina in metropolitana più che altro gioco, invece di scrivere. Usando app che sfruttano costantemente la connessione internet per garantire il multiplayer, mi sono accorto di una cosa: c’è un buco nero a Lotto. Sempre la mattina (direzione sesto) e a volte la sera (tornando verso Rho Fiera), arrivati a quella stazione la connessione si perde. Solo per la navigazione però. Le chiamare vanno regolarmente. Evidentemente devo essere l’unico nerd rompiballe ad aver notato il problema, perché è mesi che va avanti.

La mia prima Milano Photo Marathon

Ieri, insieme ad un altro migliaio di fotoamatori, ho sfidato la calura per partecipare alla quinta edizione della Milano Photo Marathon. Si tratta di una manifestazione in cui ogni tre ore (10-13-16) vengono distribuiti tre temi. Si ha tempo fino alle 23.59 per scattare e un giorno in più (oggi) per selezionare le foto e spedirle. I temi non sono stati facili (come si fa uno scatto: “L’innovazione al lavoro” una domenica di giugno?) ma è stata un’esperienza molto stimolante, che sicuramente rifarò.

Ask.fm: Chiediti a che serve

L’altra sera, un po’ insonne, mi sono messo a scaricare cose a caso dall’app store, partendo da quelle in classifica. Oltre ad un ha app che mi ha portato dieci follower farlocchi su Instagram, ho scaricato l’app di Ask.fm. L’idea di base di questo social network non sarebbe neppure male: poni delle domande (o personali a qualcuno che conosci, o in generale a tutti) e aspetti una risposta. 

Nella pratica è un social network sfruttato da adolescenti per scambiarsi foto e dimostrare la propria pochezza nell’italiano scritto. Disinstallato è cancellato l’account (grazie ad Aranzulla, perché se no era un po’ un’impresa)

Fogna and I

Da amante del tennis e tifoso italiano, ho sempre avuto un rapporto di odio/amore verso Fabio Fognini. Dotato di grandissima classe, se è in giornata, è in grado di vincere con chiunque. Altresì è capace di perdere una partita già vinta, contro un Carneade. Poi non sta mai zitto. In TV si percepisce poco questa cosa, però ogni punto è un commento. 

Col tempo però ho iniziato a seguirlo  con crescente simpatia, nonostante abbia sposato la donna della mia vita. Anche sceneggiate come quella del video qui sotto, mi strappano sempre un sorriso.

…tranne i giorni in cui mi fa perdere scommesse già vinte…

Una domenica musicale

Una volta postavo molto più brani sul mio blog. La giornata di ieri mi dà l’occasione per riprendere questa buona abitudine, perché è stata una giornata cadenzata dalla musica. Appena svegli, chiacchierando di colori con Mrs Puck, mi è tornata alla mente QUESTA CANZONE. Ne è seguito poi uno zapping forsennato su YouTube. La musica è proseguita in auto ed anche in TV dove, in una serie (davvero carina Girlboss, una via di mezzo tra New Girl e La stronza dell’appartamento 23) hanno passato la canzone del video che vi pubblico qui sotto. Fù resa famosa fa un film a metà tra la commedia sentimentale e i film di ambientazione college/high school. Insomma, un mio classico di qualche anno fa.

Ultras Vs Terroristi

L’altro giorno, dopo l’attentato di Londra e il panico di Torino, una mia conoscenza di Facebook dichiarava che, in una situazione del genere, la sua reazione sarebbe quella di cercare di limitare gli assalitori. Plaudendo comunque le intenzioni, io ed altri abbiamo fatto notare come sia facile dire certe cose ma poi non si può sapere (soprattutto se non si è addestrati per questo) come ci farà reagire il nostro istinto in determinati frangenti. 

Sta di fatto che a Londra uno ha proprio recapito così. Al grido di “io sono del Milwall” un 53enne si è gettato in un corpo a corpo con uno degli assalitori. A pensar male si fa peccato ma non sempre si sbaglia: visto anche le sue dichiarazioni calcistiche, mi viene da pensare che sia uno che, fuori e dentro gli stadi, non sia estraneo si corpo a corpo. È addestramento anche quello.

Sorgente: Attentato Londra, ultrà lotta con i 3 terroristi:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: