Archivi Blog

Cosa mi resta di questo Eurovision Song Contest?

Si è chiuso il primo Eurovision Song Contest post Covid e post Ja Ja ding dong (se non sapete che sia, vergogna).

Cosa mi resta di questa edizione? Bhè sicuramente il tifo. In parte per gli italici Maneskin ma soprattutto per l’islandese Dadi Freyr, che seguo da tempo. Oltre a questo, musicalmente cosa mi è rimasto? Poco.

Però stamattina mi sono svegliato con questa canzone in testa e non mi esce. Da subito mi è piaciuta molto però non pensavo mi restasse così. In effetti è molto in linea con altre canzoni per le quali, nel tempo, mi sono fissato.

Buon ascolto.

…e anche stavolta vi ho imparato di musica :-)

Vabbè dai ragazzi, salite tutti sul carro del vincitore! Forza, c’è posto! Da ieri sera, dopo la (non) esibizione all’Eurovision Song Contest, si moltiplicano in giro i fans di Dadi Freyr.

Peccato che non sappiate che, per quanto carina, la canzone di quest’anno, non merita di allacciare le scarpe a quella che avrebbe dovuto partecipare lo scorso anno: Think about things. Già il video ufficiale è fantastico ma lo sono anche quelli all’esibizione del Sanremo islandese o quello fatto con i contributi dei fans. Vi lascio con quest’ultimo video e con un breve documentario su Dadi Freyr

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: