Archivi Blog

Aforismi di primavera

Ok, in questi giorni la temperatura si è abbassata però è indubbio che sia arrivata la primavera. Perchè lo dico? Semplice:

La prima zanzara notturna dell’anno, non si scorda mai. (e non si accoppa neppure).

Per fortuna che avevo ancora il Vape e l’Autan a portata di mano…

Annunci

La chimera vacanziera

wimbledon-2015

Da sempre la primavera è un periodo abbastanza pesante per me. Ai tempi dell’università era quando ci si caricava per le sessioni di esami più importanti dell’anno. Da lavoratore è il periodo delle grande scadenze. Da sempre quindi, in questo stressante periodo, mi aggrappo avido alla chimera delle vacanze.

Una volta marzo era il periodo dell’inizio della pianificazione dei viaggi Usa, quindi quando lo stress saliva, nel tempo libero si faceva volare la fantasia cercando chicche per l’itinerario, ristorantini interessanti, alberghi sfiziosi.

Da qualche anno a questa parte però ho una tappa intermedia, che mi aiuta a guardare oltre la siepe: Wimbledon. Quel weekend lungo di fine giugno è un po’ un traguardo, oltre il quale si deve ancora faticare un mese ma il peggio (dovrebbe) essere passato. Quest’anno non la tradizione sarà rispettata e non vedo l’ora di andare. Vedremo come impreziosire questa volta i giorni londinesi.

Ps Certo che il primo Wimbledon senza Flavia Pennetta sarà difficile da digerire…

Alzare il piede dall’acceleratore

In questi giorni sono abbastanza sotto pressione lavorativa. Oggi però ho avuto la piacevole sorpresa di avere venti minuti libera tra un’udienza in tribunale e una riunione. Sono allora passato a rifiatare ai Giardini della Guastalla, uno dei miei angoli preferiti del centro di Milano. Tra l’altro è anche una bella giornata. Rallentare a volte più che un piacere è un’esistenza. Per andare più veloci.

  

È primavera, svegliatevi ballerine 

No c****, no. Sono bastati un paio di giorni di sole e il fatto che il calendario reciti che è iniziata la primavera, perché per strada riappaiano le odiate calzature femminile. Neppure quest’anno ce ne libereremo. Così come voi non vi liberate da questo post annuale 🙂

  

Phil la marmotta

Ci sono delle commedie che apparentemente avrebbero dovuto lasciare il tempo che trovavano, invece diventano dei grandi classici del cinema.
Uno di questi è sicuramente “Ricomincio da capo” con Bill Murray. Il film che ha reso famoso anche da noi Il giorno della marmotta.
Il mio blog è sempre stato legato a questo concetto. Per molto tempo il sottotitolo è stato legato in parte a questo film e ancora oggi la categoria di post “quotidiani” è chiamato “giorno della marmotta”.

Bhè oggi E’ il giorno della marmotta. Non solo esiste realmente ma festeggia quest’anno la 130esima edizione. La marmotta Phil ha emesso il suo responso:

spring

Le canzoni maledette

Ci sono canzoni che diventano così tanto di successo o così tanto tormentoni da risultare odiose agli stessi cantanti che le eseguono. Ricordo di aver letto tempo fa che, per esempio, Marina Rei non sopporta che tutti le chiedano “Primavera”. Brano che inevitabilmente il 90% delle radio passa almeno una volta con l’arrivo della bella stagione. Questo lungo preambolo solo per dirvi che, nonostante la temperatura, oggi c’è proprio aria di primavera e mi pare un reato chiudermi in un ufficio. 

Ps: no, resisto alla tentazione di mettervi il video della suddetta canzone 

Aria da minigolf

Ieri stavo abbozzando il post che segue, in cui parlavo dei ricordi di gioventù minigolfistica, quando da quell’ambiente che ha abbandonato da qualche anno, è arrivata una triste notizia. Ciao Tenco.

A Milano finalmente da qualche giorno è arrivato il sole. Niente ancora di clamorosamente caldo ma il cielo terso, il vento e qualche grado in più mi han fatto sovvenire ricordi. Stavo camminando per strada quando, facendo un profondo respiro mi sono detto: “che aria da minigolf”.
Eh sì perché quand’ero ragazzo i primi pomeriggi soleggiati di marzo corrispondevano con l’inizio della stagione agonistica di Golf su Pista. Il pomeriggio andavo al Lido a fare qualche colpo, mentre nel weekend c’erano le prime gare. Ora mi sono allontanato per tanti motivi da quell’attività e, sinceramente, non rimpiango la mia scelta. È però bello ricordare quei momenti e come mi facevano sentire bene.

Mi sono imposto la primavera

Sabato, a dispetto del clima gelido, ho deciso d’impormi che fosse primavera e ho iniziato il progetto Orto sul balcone 2013. I due vasconi sono stati dedicati a sei pianticelle di pomodorini. In un vaso sono andato parzialmente contro al mio credo (le piante di fiori sono inutili) e messo una pianta di lavanda. Nella mia mente contorta non è un vero fiore ma comunque una pianta che dà qualcosa da utilizzare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: