Ricevere complimenti in giro per il mondo

Quando giro per il mondo ormai c’è una costante: ricevo complimenti sempre per lo stesso motivo.

Per la mia bellezza e il mio inconfondibile fascino italiano? Eh magari!

Per la mia padronanza delle lingue che mi cosentono di destreggiarmi in qualsiasi situazione? Eh no, purtroppo!

Per il mio zaino di Originale di Wimbledon? Ebbene sì. Essendo un prodotto così di nicchia è quasi una testimonianza che io ci sono stato. Che tu sia l’impiego ti del guardaroba di un museo di Wellington, un turista americano a Las Vegas o, come ieri, il commesso di un Levi’s store di Parigi, sentirai il bisogno di attaccare bottone per complimentarti e provare a parlare di Tennis. Peccato che per il fatto che, per il punto due di cui sopra, la mia interazione è sempre minima.

 

Annunci

Pubblicato il 10 gennaio 2016 su Viaggi. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: