L’insopportabilità del Politicamente Corretto

Di recente mi sono trovato a ragionare sul politicamente corretto. In particolare mi è capitato guardando le selezioni di X Factor. All’ingresso di ogni concorrente, prima che inizi a cantare, i giudici gli dicono “in bocca al lupo”. Tutti, o quasi, a rispondere “viva il lupo”. Lo trovo francamente insopportabile. Rispondere “crepi” ci rende forse persone peggiori? Non credo proprio. Figuriamoci dire “in culo alla balena”, non sia mai!

Sono cresciuto quando espressioni che oggi definiremmo, razziste, sessiste ed omofobe erano la normalità. Non ci sentivamo certo razzisti, omofobi o sessisti per questo (ma forse un po’ lo eravamo?) ma trovo giusto che queste espressioni siano state eliminate. Però a tutto c’è un limite. Così come essere buonisti non vuol dire essere buoni, essere politicamente corretti, non vuol dire essere eticamente corretti. Quindi crepi qualche lupo in più e interroghiamo più spesso la nostra coscienza in altri campi.

Pubblicato il 15 ottobre 2019 su Giorno Marmotta. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Io mi son stufato di ribadirlo. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: