Archivi Blog

Wimbledon: l’erba del passato è sempre più verde

Vado a Wimbledon sempre per il venerdì della prima settimana di gioco. Quindi, più o meno, i campi hanno sempre visto la stessa quantità di gioco. Le prime due cose che ho notato quest’anno sono state: 1) praticamente non è piovuto, quindi non c’erano partite rimandate da un giorno con l’altro. Alcuni campi, dove in genere si giocava, non avevano match in programma. 2) l’erba era conciata molto peggio del solito, sempre per via della poca pioggia.

Non sono stato l”unico a notare la cosa e il caldo ha peggiorato ulteriormente la situazione. Ecco un interessante articolo:

Sorgente: Wimbledon: il disastro dell’erba sul centrale – UBITENNIS

L’acqua è un’emergenza. Qui e ora!

Io lo dico ormai da tempo: state attenti che l’acqua è un’emergenza già ora e già qui da noi. Non pensate che riguardi solo zone desertiche o che altro. In questo allarmante articolo del corriere.it si mette in evidenza come una delle situazioni peggiori sia in Toscana.
Noi, a livello domestico, possiamo già fare qualcosa. Gli economizzatori idrici li uso già da anni e cerco sempre di non lasciare scorrere invano l’acqua. Per quest’anno stavo pensando di iniziare ad usare l’acqua prodotta dal condizionatore per bagnare le piante. A quanto LEGGO QUA dovrebbe essere una cosa ottima.

Comunque il reale problema è che la perdita media della rete idrica è il 35%, con punte quasi del 70% in certe zone.
Acqua: quasi a secco, chiudiamo i rubinetti – Corriere.it.

Questo inverno senza neve

Non puo’ non preoccupare questo inverno mite e senza neve. Se escludiamo i grandi e tragici nubifragi, è pure un inverno decisamente secco. Eventi quelli che, dissesto idrogeologico a parte, devono preoccupare perchè ormai la natura vive solo di grandi perturbazioni invece di quello che dovrebbe essere il normale avvicendarsi delle stagioni. Guardo le webcam del Trentino e non posso non pensare che questa poca nave la pagheremo in estate. Forse qualcuno dovrebbe incominciare a pensare che l’acqua non è un lontano problema dell’Africa ma è già una cosa attuale e presente qui da noi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: