Effetto Yerevan 

Sono tornato nel granducato di Pero ma ho ancora diversi aneddoti di viaggio da raccontarvi. Prima però una spigolatura rilevata appena arrivato. 

In questi giorni a Yerevan faceva caldo, per usare un eufemismo. Però forse neppure noi ci siamo accorti di quanto facesse caldo. Almeno non fino a quando siamo arrivati a Milano. Il termometro varia tra i 28 e i 30 ma a noi per strada sembra un fresco ventilato.

Pubblicato il 22 agosto 2016 su Giorno Marmotta. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: