Archivi Blog

Malcelato senso di superiorità

Anticipo alcuni temi, che svilupperò in un post al termine del viaggio, per una cosa successa oggi. Abbiamo preso un piccolo traghetto di linea per fare il Geiranger fjord. Un posto stupendo, patrimonio dell’Unesco. Arrivati al termine del fiordo c’erano attraccate alcune navi da crociera, fra cui la mastodontica Msc Fantasia. Fare una vacanza del genere non fa proprio per me e guardavo quelli che scendevano (gente di tutti i tipi, anche coppie come noi) con malcelato senso di superiorità.

Annunci

Cose di fiordi

Nell’immaginario collettivo di buona parte della gente che conosco, la Nuova Zelanda è meramente una dependance dell’Australia. Quindi deserto, canguri, animali velenosi eccetera. Eh no. In realtà andando verso sud il paesaggio tende a diventare nordico, nel senso più europeo del termine. Fiordi, ghiacciai, cascate. Oggi da questo punto è stato il top. Saremmo dovuti andare a Milford Sound, un fiordo molto frequentato perché anche facilmente accessibile. Purtroppo una strada chiusa per neve ha spinto l’agenzia con cui avevamo prenotato il giro in battello a proporci un’altra gita. Siamo così andanti, con un tempo non certo ottimale, a Doubtful Sound. Si tratta di un fiordo che deve il suo nome al Capitano Cook. Arrivato da quelle parti, rimase dubbioso se spingersi all’interno, decidendo poi di attraccare altrove. Da qui il nome. La nostra giornata ha avuto quindi un primo pullman, un battello su un lago, un altro pullman con cui abbiamo visitato il sottosuolo della montagna per vedere una centrale idroelettrica e infine traghetto sul fiordo. In definitiva spettacoli bellissimi e vagonata di foto fatte. Ve ne metto intanto una fatta con l’iPhone.

IMG_5494-1.JPG

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: