Archivi Blog

44 (gatti in fila per tre col resto di due)

L’altro giorno, annunciavo il mio prossimo matrimonio a delle persone che non vedo da tempo è che comunque conosco molto relativamente. Mi è così uscita un’espressione del tipo “eh alla veneranda età di quarantaquattro anni…”

Cosa??? Quarantaquattro anni? Eh sì, al momento delle nozze, quella sarà la mia età. Non sarò certo uno sposo di primo pelo, ma non mi sento neppure così vecchio. Almeno, non nella misura in cui, da fuori, avrei giudicato un mio coetaneo attuale sposarsi.

Insomma, ok: sono vecchio.

Annunci

Essere vecchio nell’essere nerd

Un nerd, quale io sono, per definizione dovrebbe essere sempre aggiornato sulle cose tecnologiche e essere all’avanguardia. Questo era vero soprattutto nella prima generazione dei nerd, alla quale io appartengo. Ora però ci si rende conto che anche i patiti di tecnologia possono essere legati a cose del passato. Un esempio classicissimo e il retro gaming. Io però mi sono reso conto di essere un vecchio nerd guardando come scrivo gli emoticon. Ormai tutti utilizzano le faccine a icona che abbiamo sugli smartphone. Stessa cosa su Facebook. Io invece mi rendo conto che sono ancora legato alla versione ascii degli smile. Quindi se devo fare una faccia sorridente, non vado a scegliere l’icona migliore, digito due punti trattino chiusa parentesi. Cose che i giovani d’oggi non possono capire… ci rimango quasi male quando i programmi convertono quello che scrivo in icona 🙂 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: