Il mio secondo musical londinese

Dopo aver apprezzato molto “The commitments” (nb più per l’esperienza che per il musical in sè, che presenta alcune debolezze), a questo giro londinese non avevamo in programma nessuno spettacolo teatrale. Poi il sabato ci siamo detti “perchè no?”. E’ seguito patteggiamento sui musical papabili (mannaggia… mi è stato posto il veto su Bend It Like Beckham… ma riuscirò a vederlo) e quindi abbiamo girato un paio di rivenditori di biglietti fino a che non ne abbiamo trovato uno che ci ha procurato dei biglietti scontati. In piccionaia (leggi: eravamo anche questa volta più in alto rispetto alla fine del sipario) ma pur sempre scontati. La scelta è ricaduta su Jersey Boys, da cui nella scorsa stagione è stato tratto un film che non ho ancora visto. Lo spettacolo mi è piaciuto davvero moltissimo e gli interpreti sono clamorosi. Ammetto che non conoscevo molto i Four Seasons, la band realmente esistita di cui si narra la storia, ed è il classico gruppo di cui continui a dire “ma va? anche questa è loro?”. Se vi capita di passare da Londra (e c’è sempre un ottimo motivo per passare da Londra) ve lo consiglio.
  

Annunci

Pubblicato il 10 luglio 2015, in Canzoni, Viaggi con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: