L’odiosa pratica cinematografica dei reboot

Diciamolo, di base i reboot cinematografici di un film o di una saga di film li odio. Ok, ci sono le eccezioni (notevoli) come gli Star Trek di J.J. Abrams ma di base sono la dimostrazione al cubo della mancanza di idee del cinema da botteghino. Se vi chiedete quale sia la dimostrazione al quadrato, bhè facile: i sequel e i prequel.
L’altra sera ero a vedere Star Wars: il risveglio della forza, che già di per sé è al limite tra il sequel e il reboot.

Al cinema partono i promo. Si inizi con Attacco al Potere 2 (alè…) Kung Fu Panda 3 (alè) poi parte questo trailer… non l’ho mai visto. Ladri, paracadutismo, surf, sci estremo. Mi giro verso un mio amico e, scherzando, gli faccio: “ma che è? Point Break in salsa ventunesimo secolo?” Appare sullo schermo il titolo: Point Break. No… un altro reboot no…

 

Annunci

Pubblicato il 26 dicembre 2015, in Film con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: