Archivi Blog

Il Boss a Milano – una voce controcorrente

bossIeri sera c’è stato l’ultimo dei due concerti di Springsteen a Milano. Nonostante non mi possa definire un fan sfegatato, un discreto numero di suoi concerti me li sono fatti, non soltanto a Milano. Quest’anno però ho deciso di marcare visita.

Sinceramente mi sembra che l’organizzazione abbia ecceduto un tantino col prezzo dei biglietti. Lo so, sarò uno dei pochi ad essersi indispettito e non sarà certo una minoranza come la mia a far sentire il proprio peso. Però sono convinto della scelta fatta e non mi è pesato tanto.

Ora tutti diranno che i due concerti sono stati stupendi, i più belli mai fatti a Milano (lo si dice, quasi, sempre) però non cambia la mia posizione. Sono anche disposto a spendere per qualcosa che vale (e il Boss vale anche certe spese) ma questa volta mi è sembrato veramente si sia cercato di approfittarne, iniziando anche a dire “magari è l’ultima volta che viene”. Scusa peraltro usata più volte per gli Stones.

 

Wimbledon, F5 e The Big Bang Theory

Giovedì parto, come ogni anno, per Londra. Destinazione: Wimbledon. Credo sia il quinto o il sesto anno che vado. In genere sono sempre riuscito a prendere i biglietti con Ticketmaster. Vi spiego: un giorno prima e due giorni prima, pochissimi biglietti vengono messi in vendita su questo sito. Si dev’essere molto veloci e organizzati per riuscire a prenderli. Fino ad ora ci sono/siamo sempre riusciti. Un anno anche per due giorni di fila.

Ieri ho iniziato le prove sul sito, per provare a vedere com’è il livello di disponibilità. Bisogna essere online nel momento esatto in cui viene aperta la vendita. Un po’ come accade in questa clip tratta da The Big Bang Theory e che è esattamente quello che si deve fare:

 

Purtroppo per ora le prove non promettono nulla di buono. Se gli altri anni riuscivo ad arrivare fino al pagamento (che poi lasciavo cadere perchè non mi interessavano quei giorni), questa volta vengo sempre rimbalzato dalla odiosa scritta che avverte che non ci sono biglietti disponibili.

Forse, per la prima volta, sarò costretto a tentare la coda per entrare. Forse è meglio inizi a studia il regolamento

Si preparano le installazioni

“Installazione” termine (e concetto) che mi hanno sempre fatto grande ilarità e che in questo periodo dell’anno diventa centrale bei discorsi dei milanesi trendy. Sì perché il Salone del Mobile e soprattutto il Fuorisalone, si avvicinano. Quest’anno poi, che si sovrappongono alla Triennale del Design, mi aspetto molto movimento. Ieri ho girato parecchio in centro a piedi e in effetti c’è del fermento: i lavori per le Installazioni fervono un po’ ovunque (con tanto di registrazione in time lapse dei work in progress)

 

Trivella tua sorella

Lo slogan, volgarotto e sessista, a sostegno del referendum abrogativo sulle trivellazioni entro 12 miglia dalle coste, ha avuto almeno un effetto sicuramente positivo: molti fino ad oggi non erano neppure al corrente che il 17 aprile si sarebbe votato per questo referendum. Vi rimando a questo articolo per iniziare a farvi un’idea in merito.

Sorgente: Referendum trivelle 17 aprile, dove e come si vota

Il Boss torna a Milano

3 Luglio 2016: sesto concerto milanese del Boss. Sarà il mio terzo concerto suo a San Siro? Credo di sì, anche se sfortuna vuole che fosse il weekend deputato alla trasferta londinese per Wimbledon. Si tratterebbe di anticipare il rientro al sabato o alla domenica mattina.

Poi ripenso all’ultimo concerto (2013) di Springsteen a Milano e penso che mi sembra ieri ma tante cose sono nel frattempo cambiate. Anche se, come nelle migliori soap, tutto cambia perchè tutto non cambi. In ogni puntata sembra che succedano cataclismi poi invece se salti un’intera stagione, ti ritrovi tutto come prima.

Detto questo, inevitabile lasciarvi con una delle sue canzoni che dal vivo gasano (e mi gasano)

 

Anche la Triennale per far rivivere l’area Expo

Leggo su MilanoToday che  parte dell’area Expo dal primo maggio sarà utilizzata per alcune esposizioni della XXI Triennale (presumo dell’architettura, se non ricordo male). Considerando che nello stesso periodo dovrebbe esserci concertone, a distanza di un’anno dall’apertura si tenta di tenere in vita l’area. Bene, in attesa della cittadella delle scienze.

Sorgente: Expo riapre, dal 1 maggio spazio alle mostre della Triennale

L’odiosa pratica cinematografica dei reboot

Diciamolo, di base i reboot cinematografici di un film o di una saga di film li odio. Ok, ci sono le eccezioni (notevoli) come gli Star Trek di J.J. Abrams ma di base sono la dimostrazione al cubo della mancanza di idee del cinema da botteghino. Se vi chiedete quale sia la dimostrazione al quadrato, bhè facile: i sequel e i prequel.
L’altra sera ero a vedere Star Wars: il risveglio della forza, che già di per sé è al limite tra il sequel e il reboot.

Al cinema partono i promo. Si inizi con Attacco al Potere 2 (alè…) Kung Fu Panda 3 (alè) poi parte questo trailer… non l’ho mai visto. Ladri, paracadutismo, surf, sci estremo. Mi giro verso un mio amico e, scherzando, gli faccio: “ma che è? Point Break in salsa ventunesimo secolo?” Appare sullo schermo il titolo: Point Break. No… un altro reboot no…

 

Nel dispetto delle tradizioni 

Oggi apre l’artigiano in Fiera. Io sono abitudinario e amante delle mie piccole tradizioni. In genere il primo giorno sono lì, mezz’ora prima del l’orario prefissato, a fare la cosa con le coppiette agguerrite e le vecchiette acide. Pronto a fiondarmi nel padiglione Trentino per prendere le strudel caldo con panna e mirtilli. Oggi no. Rompendo il rito fieristico oggi sarò altrove. Contento del mio viaggetto ma con un po’ di rimpianto per le mie routine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: