Archivi Blog

Un pezzo di Expo 2015 a Londra

Se lo stand dell’Uruguay è diventato ristorante ad Origgio, lo stand inglese è tornato a casa. Il pluripremiato “alveare” è stato posizionato in un giardino botanico di Londra.

Sorgente: Londra, nei giardini botanici compare un alveare (che era già stato premiato a Expo) – Corriere.it

Expo 2015: la Svizzera 

Il padiglione svizzero non è certo quello che colpisce maggiormente i visitatori, architettonicamente parlando. Una serie di parallelepipedi con un declinare catramato davanti. Quello che mi è però piaciuta è la loro interpretazione del teme di Expo da parte loro. La palazzina principale è formata da quattro torri che rappresentano silo di altrettanti loro prodotti: acqua, sale, caffè (!) e mele. Questi sono pieni, piano dopo piano, di scatole con confezioni monodose di questo prodotti. Il visitatore è invitato a prenderne quante ne vuole ma pensando anche agli altri. Ce n’è per tutti? Chiedono i cartelli. È un interessante riflessione sul consumo responsabile e sulle risorse disponibili. Chissà se le scorte basteranno fino a fine Expo.

Non avrò orecchio ma…

…a me sembra che ogni anno (in genere verso l’estate) esca una canzone che sfrutti il ritornello di Sweet Home Alabama? Era capitato, con espressa citazione, con la canzone di Kid Rock.

 

 

Ora ditemi che non ci sono delle forti somiglianze anche in Stand di Lenny Kravitz…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: