Archivi Blog

Se potessi fare il telelavoro

Una parte di me avrebbe sempre voluto fare un lavoro che non necessitasse di stare fisicamente in un luogo. Che so, lo scrittore o il traduttore (ironico, visto il mio rigetto per le lingue). Insomma mi sarebbe piaciuto poter prendere e andare a lavorare tre o quattro mesi l’anno da qualche parte. In fondo basta avere una buona connessione internet. Una volta pensavo a Las Vegas, di recente invece avrei una gran voglia di andarmene in Islanda. Non sarebbe una brutta vita.

Agile ragazzo. Agile!

Oggi a Milano c’è la terza giornata per il lavoro agile. Nome che sembra pensato più dal Milanese Imbruttito che dal Comune.

In pratica si tratta di agevolare, quando la mansione lo consente, il lavoro da casa o comunque da luoghi di coworking più vicini a casa. L’idea è che si risparmi tempo, si combatta traffico e inquinamento e si aumenti la produttività. 

Ho già amici che uno o due giorni a settimana lo fanno regolarmente. Io personalmente non riuscirei. Anche quando non avessi bisogno di documenti che ho in studio, a casa non ho mai combinato nulla. Anche all’università andavo sempre in biblioteca perché tra le mura domestiche non combinavo mai nulla. 

Sorgente: 3° Giornata del Lavoro Agile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: