Archivi Blog

Oggi ce l’ho con i sapientoni della rete

Oggi ce l’ho coi sapientoni della rete. Con i genitori informati, coi sapientoni da social, con coloro che “sanno perchè si informano”.

Il sito del Corriere della Sera riporta la notizia di una madre che ha criticato sui social la pediatra del figlio (in un gruppo chiuso ma con migliaia di iscritti). Questa l’ha scoperto e ha deciso di non accettarlo più come pazienta. L’Ulss ha quindi contattato la signora, invitandola a trovare un altro pediatra.

Per me il medico ha fatto BENISSIMO. Fossi io quel medico, avrei anche valutato la denuncia per diffamazione. Se scrivi qualcosa sui social, in modo che migliaia di persone lo possano leggere, devi rispondere delle tue affermazioni. Se hai ragione, motivi ed è tutto a posto. Se scrivi ad minchiam, è giusto che tu ne sopporti le conseguenze.

Sorgente: Treviso, madre critica la pediatra su Facebook, lei lo cancella dai pazienti – Corriere.it

Annunci

Occhio alla penna

Treviso. Raduno degli alpini. Alcool a go go. Mentre però gli alpini hanno un certo contegno e integrità, non si puo’ dire altrettanto per i gggiovani della città. Il Giornale narra di tre ventenni trevigiane, che hanno approfittato dell’occasione per bere qualsiasi cosa avesse un mero tasso alcolico le passasse a tiro. Al culmine della serata, una di queste si infila nel bagno di un locale con due ragazzi (che nulla avevano a che fare col raduno) devastandolo durante le proprie effusioni amorose triangolari. Ciliegina della torta, una volta fermate dalle polizia e identificate, hanno svomitazzato allegramente in presenza degli agenti.

Si accettano scommesse: quante di queste sono anche PVD?

Sorgente: Adunata Alpini si fa hot: ubriache, fanno sesso a tre nel bar – IlGiornale.it

Denuncia penale e licenziamento in tronco. Subito.

Se la storia si rivelasse vera (e pare esserlo), per me si tratterebbe di un fatto GRAVISSIMO e il licenziamento in tronco e la denuncia penale dovrebbero essere immediati.

Un’infermiera di Treviso, invece di vaccinare i bambini, buttava le fiale e fingeva solo di effettuare l’iniezione.

Qui la questione dei vaccini sta davvero scappando di mano. Chi sei tu per andare contro la legge o contro il volere dei genitori?

Sorgente: Treviso, infermiera fingeva di vaccinare, cinquecento bambini senza protezione – Cronaca – Tribuna di Treviso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: