Archivi Blog

Come definirli se non “analfabeti funzionali”?

La definizione di analfabetismo funzionale è: l’incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana. (sul tema, potete leggere questo articolo di Cosmopolitan)

Ieri Il Lercio è uscito con uno dei suoi pezzi più riusciti degli ultimi mesi, secondo il quale il prof. Burioni (non credo di dovervi spiegare chi sia) non avrebbe vaccinato la figlia.

Non si puo’ parlare di fake news ma proprio di satira. Chi, online, non conosce ormai Il Lercio? Come se non bastasse, l’articolo contiene delle chicche, tipo

“La mia bambina la curo solo con i fiori di Bach o al limite con le palle di Mozart

Standing ovation e dieci minuti di applausi per l’autore del pezzo. Quindi basta leggere, per capire di che si tratta. Leggere l’articolo o leggere anche solo la fonte. Non serviva perderci più di dieci secondi.

Eppure schiere di Antivax hanno esultato, per il “passo falso” dell’odiato nemico. Ecco. Come non definire analfabeta funzionale chi ha creduto che questa notizia fosse vera?

Sorgente: Gli antivax che hanno creduto alla storia della figlia di Burioni non vaccinata – neXt Quotidiano

Annunci

Il New York Times, il morbillo e Beppe Grillo

Oggi si ride davvero di gusto. Beppe Grillo, che ormai smentisce anche l’evidenza, contesta il NYT che indica come il M5S abbia portato avanti una campagna anti vaccinazione sul morbillo.

Il giochino è presto detto. Ormai Grillo sul blog dice e non dice, così non lo si puo’ accusare di niente. Però poi parlamentari e iscritti portano avanti a spada tratta posizioni anti vaccino. Vengono così liquidate come posizioni personali e non come la posizione del movimento.

Certo, ufficialmente non lo è ma ufficiosamente sappiamo tutti lo sia.

Per l’occasione, colmo di masochismo, mi sono anche permesso di fare un commento sul santissimo blog. Vediamo se vengo assalito modello branco o no 😀

Sorgente: New York Times, la risposta di Grillo alle accuse contro il M5S – Corriere.it

AGGIORNAMENTO: l’ottimo prof. Burioni fa notare una proposta di legge (firmata da Grillo) chiaramente anti vaccini. LEGGI QUA

Denuncia penale e licenziamento in tronco. Subito.

Se la storia si rivelasse vera (e pare esserlo), per me si tratterebbe di un fatto GRAVISSIMO e il licenziamento in tronco e la denuncia penale dovrebbero essere immediati.

Un’infermiera di Treviso, invece di vaccinare i bambini, buttava le fiale e fingeva solo di effettuare l’iniezione.

Qui la questione dei vaccini sta davvero scappando di mano. Chi sei tu per andare contro la legge o contro il volere dei genitori?

Sorgente: Treviso, infermiera fingeva di vaccinare, cinquecento bambini senza protezione – Cronaca – Tribuna di Treviso

Difterite

Sapete cos’è la difterite? Sinceramente, io non lo so precisamente. Anche perchè sono cresciuto in anni in cui ci si vaccinava e la malattia qui da noi era scomparsa. Ora, col calo delle vaccinazioni, è tornata a colpire. Genitori, visto che non fate vaccinare i vostri figli quale scelta cosciente, ora studiatevi anche le malattie che una volta potevate ignorare

Sorgente: La difterite torna in Italia, tutta colpa del calo dei vaccini – Wired

Il post più letto del mese

Anche questo mese, riguardando i dati delle visualizzazioni del sito, c’è un post che ha svettato su tutti gli altri. Dopo la lasagna fruttariana di settembre, in ottobre a farla da padrone è stato il post sui vaccini. L’argomento è stato dibattuto un po’ ovunque e anche qua, soprattutto nei commenti su Facebook, ha creato scompiglio. Spiace invece vedere che un altro post a cui tenevo molto, quello sull’homeschooling, è passato quasi inosservato. Ne approfitto per riproporvelo.

Facebook, le bufale e il crollo delle vaccinazioni

Lasciamo da parte per un attimo le facezie di cui normalmente parlo nel blog. Oggi l’argomento è drammaticamente serio. Spesso, quando cerco di stoppare le bufale o mettere in guardia dalle condivisioni selvagge senza verifica, la gente dice che perdo tempo con cose che non hanno impatto sulla vita reale. Oggi purtroppo emerge drammaticamente quanto non sia vero.

Uno degli argomento principe delle bufale online sono i danni provocati da vaccini infantili. Autismo, big pharma, malattie indotte e chi più ne ha più ne metta. I nostri genitori che ci hanno fatto vaccinare sono degli emeriti imbecilli secondo i luminari dei social network.

12042977_1602895013292922_5127740259461876843_nIl problema è che in questi giorni è stato lanciato l’allarme per il CROLLO in Italia delle vaccinazioni infantili. Trovo la cosa agghiacciante. Trovo questi genitori irresponsabili. Se certe malattie sono solo un lontano ricordo è merito dei vaccini ma non si puo’ mai abbassare la guardia. Se la copertura è inferiore ad un certo livello, i focolai possono espandersi.

Per approfondire il discorso vi rilancio i recenti articoli di Wired e di Butac, sito che butta molto più fiato di me per cercare di sensibilizzare sulle bufale che girano (smontandole sempre con grande precisione e grande spesa in termini di proprio tempo, guardate anche quest’altro loro pezzo)

Se qualche genitore sta leggendo queste pagine, mi auguro che sia criticamente pro vaccini. Qui nessuno vuole costringere a far vaccinare, la cosa migliore è che i genitori sia coscienti che lo si faccia per il bene dei loro figli e di tutta la comunità. Però se questo non fosse possibile, ben venga la vaccinazione obbligatoria.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: