I Mille campanili del Tennis Italiano

  In questi mesi mi sono rimesso a seguire un po’ il tennis, soprattutto quello tricolore. Sperando sempre che esca qualche giovane di classe, mi sono messo a seguire un giovane di cui lessi bene: Cecchinato. Ogni giorno quindi Google mi manda le news che lo riguardano. Gioca spesso i challenger, che sono i tornei più bassi del circuito professionistico, appena prima di entrare nell’orbita dei tornei veri e propri Apt. Ho potuto così verificare una cosa: l’Italia ha un solo torneo del circuito maggiore (l’Atp 1000 di Roma) ma è il paese col maggior numero di challenger. Una volta come Atp c’erano anche Milano, Palermo e San Marino (vado a memoria). I motivi sono molteplici. Un challenger si organizza perché costa molto meno di un atp 250 (lo step successivo). Però io penso anche che se sponsor e circoli rinunciassero al proprio orticello per far convergere le risorse, forse avremmo quattro challenger in meno (per fare un numero a caso) è un atp (o wta) in più. 

 

Advertisements

Pubblicato il 17 luglio 2015, in Giorno Marmotta con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: