Twist chiude: il tempismo è tutto nella vita

Questa mattina pubblicavo un post in cui magnificavo le condizioni di Twist rispetto a quelle di Car2Go. Del resto solo la settimana scorsa ho completato la registrazione a questo car sharing, versando l’obolo di 15 euro.

Bene, oggi hanno sospeso il servizio. Ecco la laconica comunicazione che mi è stata girata da un amico:

Gentili Clienti,

Vi informiamo, con grande dispiacere, che, con effetto immediato ci vediamo costretti
a sospendere momentaneamente il nostro servizio di car sharing.

Ringraziamo i Clienti che ci hanno accordato la loro fiducia, i fornitori che ci hanno
seguito in questa sfida e i nostri dipendenti che hanno profuso in tutto il periodo un
eccezionale impegno, e contiamo di comunicarVi al più presto la riattivazione del
servizio.

Cordialissimi saluti.

Annunci

Pubblicato il 17 novembre 2015, in Giorno Marmotta con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. Avresti avuto problemi dopo, fidati. Mi sono trovato in stazione centrale, di notte, con l’intento di usare una auto Twist (era disponibile, secondo la app) ma non funzionava. Come non ne funzionavano altre due. Ma queste erano disponibili… infatti altre tre erano nella zona, totalmente fuori servizio. Mi allontano di poco, e trovo altre auto. Tutte inservibili.
    L’unica che pareva funzionare, non si metteva in moto: batteria principale scarica. (quelle auto, come le altre concorrenti, hanno due batterie: la primaria e quella di servizio).
    Alla fine, per scappare dalla zona (mai stato in centrale dopo mezzanotte? Beh, evita…) ho usato una Car2Go. Quella funzionava, al primo colpo.

    Sul fatto che Car2Go chieda un supplemento nelle zone periferiche, direi sia ovvio. Milano ha una delle zone di servizio più ampie delle varie città europee dove esiste Car2Go, copriva praticamente tutta la città. Erano in tanti che lasciavano l’auto in periferia, dove poi non veniva più usata per giorni, poiché era fuori dalla zona di maggiore utilizzo.
    Da auto in sharing, diventava una auto ad uso riservato. In questo modo un sistema di car sharing faliisce. Motivo per cui hanno dovuto disincentivare l’uso nei casi in cui la vettura si debba lasciare in zone isolate.

  1. Pingback: Il post del mese (a mani basse) | Il Puck

  2. Pingback: Le auto di Twist abbandonate in città  | Il Puck

  3. Pingback: Il post del mese (di dicembre) | Il Puck

  4. Pingback: Il post dell’anno | Il Puck

  5. Pingback: Il post del mese – Gennaio | Il Puck

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: