Archivi Blog

Lega Pro: è finita la pacchia dello streaming gratis

Per spiegare perché io tifi Cremonese, cito spesso Nick Hornby che in Febbre a 90° scriveva qualcosa del tipo “non puoi scegliere la squadra per cui tifare così come non puoi scegliere la donna di cui innamorarti”. Quindi eccomi qui, a seguire da circa un decennio la Lega Pro (ex serie C). Da un paio d’anni a questa parte però era una pacchia. Dal vedere un paio di partite l’anno dal vivo e per le altre leggere risultato e commenti, me ne sono viste molte in diretta grazie allo streaming gratuito e legale su Sportube. Oddio, pacchia è una parola grossa, visti i bruciori di stomaco che spesso la Cremo mi provoca. Tant’è.

Ora cambia tutto. Consolidato il servizio e il pubblico, il servizio passa a pagamento. Ora dovrò pagare 2,9 euro per ogni partita o 39,90 per l’intera stagione (inizialmente in promozione a 29,90).

Ci farò un pensierino.

Sorgente: Lega Pro Channel diventa a pagamento: ecco gli abbonamenti per le partite dell’ex Serie C | Calcio e Finanza

Annunci

Orfano di Wired

Dopo mesi di tentennamenti, verso maggio mi ero finalmente deciso a sottoscrivere l’abbonamento cartaceo a Wired. La versione online, a cui pure ero stato abbonato in passato, non mi è mai piaciuta. Troppo forzosamente multimediale per risultarmi di facile lettura. Ho fatto giusto in tempo a ricevere tronfio un paio di numeri che ora salta fuori che sopprimono la versione tradizionale. Per me è un clamoroso autogol ma, si sa, la stampa cartacea non vive certo un periodo florido. Personalmente mi guardo bene dal leggere la versione online.

 

Caro Babbo Natale, ci penso io…

Come ogni anno, quello smemorato di Babbo Natale si dimentica di portarmi qualcosa. Ecco che quindi, prima che passi la Befana, ci penso io a sistemarmi da solo. In particolare quest’anno il vecchietto è stato pigro su quanto riguardava i presenti particolarmente culturali. Ve ne rendo partecipi perchè magari interessa anche a voi farvi un autoregalo per questo 2015.

Prima di tutto c’è la Museo Card di Milano, che per 365 giorni consente di entrare gratis nei musei civici (Museo del 900 e Castello sforzesco, solo per citare i più famosi) e con sconti in altre esposizioni (soprattutto quelle di Palazzo Reale). Purtroppo sembra totalmente estraneo alla promozione il Museo dalla Scienza e della Tecnica.

Passiamo poi all’abbonamento cartaceo di Wired. Ho provato a leggere la versione digitale ma… è troppo estrema, non fa per me. Sinceramente non riesco mai a raccapezzarmici.

Terminiamo con il più culturale di tutti: l’abbonamento alle Fave, il fans club degli Elio e le storie tese. Un regalo che si ripaga da solo, visto che consente il libero accesso agli mp3 dei loro concerti e sconti su biglietti e gadget. Come vivere senza???

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: