Archivi Blog

Tutti a salire sul carro di Cecchinato

194340901-77916c55-cf33-46b7-8eb8-7111ab54f571Ora tutti a salire sul carro del vincitore,  dopo l’incredibile Roland Garros che  Cecchinato sta disputando (QUI le sue dichiarazioni dopo aver battuto Djokovic)

Mi permetto però di far notare che io lo seguo ormai da anni e già ne scrissi sul mio blog nel febbraio 2016.

LEGGI QUI

Annunci

L’erba del vicino è sempre più bagnata (cronache da Wimbledon)

Detto della coda, ops The Queue, riprendo il mio racconto di Wimbledon da dove lo avevo lasciato: dal botteghino, con in mano i biglietti per il campo 1. Lì l’inizio era fissato per le 13. Sul campo 16 invece alle 11 Fognini sfidava Feliciano Lopez. Campo piccolo e quindi ci dirigiamo subito lì. Troviamo degli ottimi posti e… Inizia a piovere. Smette. Riprende. Smette. Scendono in campo, fanno riscaldamento, stanno per servire e… Piove. Sarà il tormentone della giornata, dove alla fine vedremo due set di Venus Williams e qualche Game di Fognini. Le cose sembrano mettersi bene per l’inizio tardivo del match di Djokovic sul campo 1 (il terzo match, di Raonic, è già stato posticipato). Avversario un pennellone americano, tutto dritto e servizio. Un Nole nervoso perde il primo set al tie break e il secondo di schianto. Sono ormai le 20 (siamo in piedi da ormai 16 ore, molte delle quali in piedi e sotto la pioggia). Sta per iniziare il terzo set e… Diluvio.

In definitiva non si è visto molto tennis, ma quel poco è stato abbastanza buono e intenso. L’esperienza della coda (da rifare) e il campo 1 hanno impreziosito una giornata bella. Più di quella del 2015 in cui i match visti non erano stati questo gran che. Ma allora c’era la Pennetta almeno…

Ps ovviamente tornando in hotel verso le 21 c’era uno stupendo tramonto limpido…

Ps2 ovviamente il giorno dopo è una stupenda giornata 

Oibò! Missy Franklin!

Qualche tempo fa, prima delle olimpiadi, scrivevo un post a proposito della cover che la nazionale statunitense di nuoto aveva fatto di Call me maybe. Molti di voi, anche senza aver letto quanto scrissi, conosceranno quel video.
Allora dicevo che mi sarei innamorato di almeno due terzi della squadra femminile e soprattutto di quella con la maglietta rossa che cantava in aereo. A parte il fatto che ora rivedrei la stima da due terzi a tre quarti, oggi mi sono imbattuto in un video che mi presenta chi fosse la mia prediletta, fino ad oggi senza nome.

Insomma, robina da poco… giusto cinque medaglie olimpiche di cui quattro d’oro. Già, peccato che sia del 95… :-\ vabbè.
I successi olimpici e la sua buffonaggine in quel video le sono valsi anche un altra goliardica interpretazione assieme ad altri personaggi famosi che ora vi mostro.

NB siete d’accordo per me che il giudice di linea è uno del cast di Glee?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: