Archivi Blog

Per una volta non parlo male del M5S

Oggi Il Sole 24 Ore offre una carrellata della possibile futura squadra di governo del M5S. Sapete che sono sempre molto critico verso questa forza politica (i motivi in estrema sintesi e semplificando? più aziendali di Forza Italia, derive populiste, base con soggetti complottari e no vax), però apprezzo chi, prima del voto, presenta già una lista di potenziali ministri. Secondo me ogni coalizione dovrebbe farlo. Un altro punto a favore è che, spulciando i nomi, pochi mi fanno storcere il naso. Per quanto molti non li conosca, la breve presentazione che ne fa il quotidiano di confindustria non è affatto male. Innanzitutto non c’è Guido Bagatta allo Sport, alla Salute c’è un oncologo, i ministeri economici sono affidati a tecnici.

Insomma, non li voterò ma una loro vittoria mi fa meno paura e un po’ di curiosità nel vederli all’opera ci sarebbe. Peccato che questo “esperimento” dovrebbe essere sulla pelle di tutti.

Sorgente: Il sole 24 ore

Annunci

Io ammiro Bagatta

E’ vero. Lo dico senza ironia. Io ammiro Guido Bagatta, così come ammiro Fabio Volo: sono due persone che si sono trovate al posto giusto al momento giusto e sono riuscite a massimizzare la loro fortuna. Che poi in entrambi i casi la loro fortuna risponda al nome di Linus (e allora ci sarebbe da farsi delle domande su come valuti lui le persone)… ma non addentriamoci in questi discorsi.

E’ stato uno dei primi a parlare di sport e cultura (pop) americana. Ai tempi mi piaceva ascoltarlo, poi mi sono reso conto che faceva il suo show leggendo la versione europea di Usa Today (stiamo parlando del ’96 circa). Ora che ne capisco di più degli argomenti che tratta, se lo becco tendo a cambiar canale.

Ma io ammiro Guido Bagatta. Ha saputo trarre il massimo da quel che sapeva fare e da quel che gli piaceva. Nonostante molti sapessero molto più di lui e avessero anche più talento. Forse lo invidio anche un po’, appunto per questo.

Io ammiro Guido Bagatta… ma a tutto c’è un limite. E’ di oggi la notizia che il M5S pensi a lui per il ministero dello Sport. Ok, di politici e di ministri che non sapevano fare il loro mestiere, ce ne sono stati tanti. Però arrivare a Bagatta ministro dello sport… No, non sono pronto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: