Archivi Blog

Travaglio, Ong e migranti: una lettura consigliata

Un editoriale di Travaglio su Il Fatto Quotidiano, ha fatto molto discutere perchè sostiene l’esistenza di prove inconfutabili (lui usa i termini legame “acclarato” e “rivendicato”) dei collegamenti tra Ong e scafisti.

Internazionale, nella sua versione online, propone un lungo articolo, ricco di rimandi, sulla questione. Consiglierei a tutti di leggerlo, anche se costa un minimo di fatica (di sicuro di più di quanto non costi condividere fake news…). Non ho gli elementi e le conoscenze per approfondire il discorso ma la dovizia di particolari e di richiami autorevoli, dovrebbe far pensare.

LEGGETE QUA

Abbinamenti azzeccati

ScreenHunter_37 Sep. 06 13.41Oggi mi sono imbattuto in questa notizia. Già di per sé è abbastanza inquietante. Ad alleggerire la situazione ci ha pensato bene il banner pubblicitario che, per qualche strano algoritmo, ipotizza che visto che ho letto questo articolo, posso essere interessato all’acquisto di Mafia III (titolo che non ho neppure mai consultato su amazon, quindi alla base di tutto ci sono proprio le tag dell’articolo). STRALOL.

Gente ricca – sottotitolo: un weekend in Svizzera 

In questo weekend sono stato  in visita nella città sede di una delle associazioni mafiose più grandi al mondo al di fuori dell’Italia (dopo la Yakuza, la mafia russa e i cartelli colombiani): Losanna, sede del Cio.

Certamente la città è ricca. Molto più calda (climaticamente ed umanamente) rispetto a quanto immaginassi. Magari fossi venuto in inverno avrei avuto un’impressione diversa. 

Mi sono stupito di vedere ben due linee della metropolitana, data la dimensione contenuta della città, ma anche qui torniamo al discorso sul tenore di vita medio. 

In definitiva la zona (sono stato anche al lago di Neuchatel) mi è piaciuta molto e mi è venuta anche un po’ di sana invidia, pensando alle nostre città.

La mafia uccide solo l’estate

Con colpevole ritardo, ieri sera ho visto il film di Pif. Me ne avevano parlato tutti bene e da tempo mi ero anche comprato il bluray, solo che per un motivo o per un altro non l’avevo ancora visto. Bhé devo dire che mi è piaciuto davvero molto. Delicato e a tratti ironico, riesce a trattare il teme spinoso della mafia in modo molto immediato, senza risultare semplicistico. Davvero un bell’esempio di cinema italiano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: