Archivi Blog

Il pezzotto: beata ignoranza

La settimana scorsa ho scoperto dell’esistenza del “pezzotto” che, da quel che ho capito, era una sorta di decoder illegale. E’ salito all’onore delle cronache per una maxi retata contro la pirateria in tema di pay tv. Personalmente non posso che fare un plausa a certe iniziative. Probabilmente anche se pagassimo tutti, non pagheremmo meno, però non vedo perchè i soliti furbetti devono farla franca. Anche perchè (e dico questo per la mia esperienza di gente conosciuta) sono poi i primi a lamentarsi del magna magna di politici e affini. Come le cronache ci hanno, purtroppo, spesso dimostrato, chi ruba nel piccolo (messo nelle giuste condizioni) poi ruba anche nel grande.

Annunci

eBook: scusate se ho sempre ragione

Era il 18 gennaio di quest’anno e in un post dedicato a Kindle mettevo seriamente in dubbio il fatto che i molti eBook reader che si cominciano a vedere sulla metropolitana milanese avessero all’interno copie comprate legalmente. Oggi, stupore, corriere.it pubblica un articolo in cui dice che tre libri su quattro di quelli che circolano in formato digitale sono copiati. Ma vaaaa? Del resto la pirateria è stata alla base della grande diffusione e del successo dell’hardware che la supportava. Io sostengo da sempre che la vittoria della prima Playstation rispetto al Sega Saturn sia stata favorita dalla pirateria e questo è solo un caso.

Pirateria male congenito, inestirpabile e fino a certe soglie tollerabile? Io personalmente dico no e da tempo ho totalmente svoltato sul 100% legale (libri, giochi, musica) però mi rendo conto che una certa percentuale potrebbe essere quasi salutare per la diffusione di una tecnologia

I pirati all’assalto degli ebook – Corriere.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: