Archivi Blog

Il post del mese: maggio 

Come per maggio, il post vincitore è uno, per distacco ed è pure lo stesso. “Ciao Rocco, grazie di tutto“, pubblicato a fine maggio, ha continuato a macinare visite, soprattutto nei primi giorni del mese.

Alle sue spalle due post collegati. Potremmo chiamarli la prima e la seconda parte della grande illusione di portare a casa per un kindle fire.

A chiudere questo anomalo podio, “Nuove frontiere dell’imbruttita al supermercato

Come sempre grazie a tutti per avermi letto anche per il mese di maggio.

Anche Amazon sbaglia: kindle fire a 1 euro

Il tam tam sulla rete è stato tempestivo e si è diffuso a macchia d’olio: per alcuni minuti su Amazon il Kindle Fire (modello base) è stato in vendita per 1 euro.

Ho avuto la fortuna di avere la notizia tempestivamente e ho tentato l’acquisto. Pare andato a buon fine, come vedete dalla schermata che vi riporto qui sotto. Così come pare che, per la contrattualistica Amazon, non si possano rimangiare la cosa.

Dopo pochi minuti, anche se la pagina del prodotto presentava ancora il prezzo di 1 euro, una volta messo in carrello appariva a prezzo pieno (70 euro). Ancora un breve lasso di tempo e pure la scheda del prodotto veniva corretta.

Immagino che ci sarà stata gente che ha fatto incetta, personalmente mi sentivo quasi in colpa a prenderne uno. Anche se poi, trattandosi di Amazon… grossi scrupoli non è che me ne faccia ora.

ScreenHunter_34 May. 17 09.46

 

Il mio kindle da combattimento

Quando, ormai un anno fa, comprai il mio kindle, la scelta ricade sul modello base per una serie di motivi. Il primo era quello di avere un device a basso prezzo e privo di touch screen, così da poterlo “trattare male” e poterlo buttare in zaino senza grosse preoccupazioni né rimorsi. Da questo punto di vista la scelta è stata ottimale, anche se la scocca del mio kindle inizia a portarne un po’ i segni, nel senso più fisico del termine. Dal punto di vista operativo tutto funziona ancora correttamente. Per quanto riguarda l’aspetto di mera lettura, la sua leggerezza e praticità sicuramente mi invoglia di più. Resto comunque un lettore alquanto pigro e lento,

Sono un pessimo lettore

Oggi ho passato la mattinata facendo sala d’attesa per le mie visite mediche del check up annuale. Ci sta. Lo sapevo. Ci sono quattro visite e aspetti fino a che le hai fatte tutte. Avevo quindi dietro il mio kit di sopravvivenza: iPhone, iPad, kindle e batteria esterna. L’idea era di leggere ma sinceramente ho fatto di tutto, compreso anche quasi addormentarmi, tranne leggere. Sono un vergogna.

Due spigolature: mi hanno certificato 71kg e 186cm.
Plaudo il primo dato (+4kg in un anno, +1kg in 18 mesi…) ma contesto il secondo, sono almeno uno o due centimetri di più. Uffa!

Lo scrittore che intriga

Prima di partire ho riempito il mio kindle con qualche ebook, salvo poi lasciarlo, almeno fino ad oggi, inutilizzato. Durante la fase di scelta e acquisto dei libri, si discuteva con YdR sullo scrittore che già dal nome intriga. La prima categoria è quella con il doppio cognome o con un suono comunque che lascia immaginare chissà che genere di uomo. Il capofila di questa categoria è David Foster Wallace. L’altra categoria, che è una sorta di modarola evergreen, è rappresentata dagli autori latinoamericani. Non serve per forza siano mostri sacri, se dici che leggi qualcuno col nome che ricorda il Sudamerica guadagni già punti. A maggior ragione se sconosciuto!

Sciopero dei mezzi

8,45-15 e 18 fino al termine del servizio.
Oggi a Milano c’è lo sciopero dei mezzi e tutti i siti si affrettano a pubblicare le modalità dello sciopero. Un po’ come quando fanno gli articoli come smaltire il cambio tra ora legale e ora solare: inutili! Tanto gli scioperi, nel 99% dei casi sono: 1) il venerdì 2) dalle 8,45 alle 15 3) dalle 18 al termine del servizio. Non è che ci voglia tanto a capirlo, sono le fasce consentite per legge!
Io sarò eccessivamente dotato di sintesi ma riassumerei così:

OGGI SCIOPERO DEI MEZZI. SOLITE MODALITA’.

Detto questo, mi toccherà arrivare al forum alle 18 e aspettare due ore e mezza l’inizio della partita. Per fortuna la tecnologia mi viene in soccorso, con l’iphone e il kindle!

Il dilemma del lettore cinefilo

20140513-081752.jpgNon sono un lettore incallito anche se, come vi scrivevo, grazie al mio recente acquisto di un kindle ho ripreso in mano un po’ di libri che avevo in giro sbocconcellati.
Uno di questi è Non buttiamoci giù, di Nick Hornby. Sicuramente uno dei miei autori preferiti. Sono ancora verso metà e visti i miei ritmi mi ci vorrà molto. L’altra sera ho scoperto che è in uscita nelle sale italiana il film tratto dal romanzo. Che fare? Di sicuro non riesco a finire il libro e poi vedere la pellicola mentre è ancora in prima visione. Una cosa è vedere un film di cui hai letto il libro, un’altra è fare una cosa del genere e rovinarsi lo svolgimento della trama con quella che è inevitabilmente una riduzione ed una interpretazione. Io mi sto ancora facendo un’opinione di JJ, Martin, Jess e Maureen, non so se voglio scoprire ora come li ha immaginati il regista. Anzi lo so: non voglio saperlo. Deciso: finirò il libro e magari il film lo prenderò in dvd.

 

Self Publishing 1

Vista la relativa facilità con cui è possibile pubblicare un ebook su Amazon/Kindle, da diverso tempo sto pensando di produrre qualcosa di mio. Ammetto che il progetto subì un pesante rallentamento quando ricevetti delle pesanti e circostanziate critiche al mio italiano. Però nonostante tutto la cosa ora sta riprendendo un po’ di abbrivio. A questo punto però le alternative che ho davanti per la pubblicazione sono tre. Anzi, sarebbero molte di più però io avrei scelto le tre alle quali sono realmente interessato.

– Pubblicare gratis sul marketplace di kindle
– Pubblicare a 89 centesimi sul marketplace di kindle
– Usare l’interessante formula “Pay with a Tweet“.

A livello di orgoglio, la seconda sarebbe quella che più mi interessa e spererei di arrivare almeno a 100 download. La terza però è strutturalmente molto interessante. Infatti si tratta di un servizio che consente di scaricare gratis un prodotto, nel mio caso un testo, ed in cambio viene richiesto di condividere un tweet pubblicitario. In questo modo potrei sia vedere quanto si diffonde il mio testo che riceverne un po’ di pubblicità per il mio blog.

Visto che ormai qualche luminare di webmarketing tra i miei lettori ce l’ho, vediamo se qualcuno mi consiglia qualcosa.

Ah, vi chiedete che ho intenzione di pubblicare? Ve lo spiego nella prossima puntata!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: