Archivi Blog

Abitudinario

Il concetto di persone che riconosci ma non conosci (parlo della vita di tutti i giorni) è un argomento che mi ha sempre affascinato. “Le solite facce” le chiamiamo con YdR. Negli anni dell’università ho frequentato la biblioteca del mio quartiere e ancora oggi incrocio persone, da tutt’altra parte, che riconosco come “i bonoliani” ma con cui non mai scambiato neppure una parola. Passata l’università e iniziato a lavorare, lo stesso è successo in metropolitana. Poi ci sono casi che ti fanno pensare alla casualità della vita, o a quando siamo abitudinari o tutti standardizzati su certi orari. Per esempio come un giorno in cui incroci una persona sul tuo vagone, che magari non hai mai visto prima ma che per qualche motivo la noti, poi la rivedi la sera tornando a casa.

Tutto questo per dire che? Bah… tutto o niente. Strana la vita, considerando anche quante persone riconosciamo ogni giorno senza per questo conoscerle.

Sciopero dei mezzi

8,45-15 e 18 fino al termine del servizio.
Oggi a Milano c’è lo sciopero dei mezzi e tutti i siti si affrettano a pubblicare le modalità dello sciopero. Un po’ come quando fanno gli articoli come smaltire il cambio tra ora legale e ora solare: inutili! Tanto gli scioperi, nel 99% dei casi sono: 1) il venerdì 2) dalle 8,45 alle 15 3) dalle 18 al termine del servizio. Non è che ci voglia tanto a capirlo, sono le fasce consentite per legge!
Io sarò eccessivamente dotato di sintesi ma riassumerei così:

OGGI SCIOPERO DEI MEZZI. SOLITE MODALITA’.

Detto questo, mi toccherà arrivare al forum alle 18 e aspettare due ore e mezza l’inizio della partita. Per fortuna la tecnologia mi viene in soccorso, con l’iphone e il kindle!

Dubbi mattutini sull’atm

Sono da sempre un sostenitore, spesso anche un difensore, dei trasporti pubblici milanesi. Per esempio sui problemi legati allo sciopero di una decina di giorni fa, tendo ad essere abbastanza innocentista. Però è due volte che la mattina, in classico orario in cui tutti vanno a lavorare, mi è capitato di vedermi apparire la scritta “prossimo treno 8 minuti”. In genere lassi di tempo del genere erano limitati alle fasce serali. Poi alla resa dei conti l’attesa non è mai stata quella ma di sicuro nel l’orario mattutino c’è qualcosa che non quadra.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: