Archivi Blog

Caro Flamino, torna presto!

Ormai un paio di anni fa, in una capatina a Roma, ero ripassato dalle parti dello stadio Flaminio. A quell’impianto sono legati buona parte dei ricordi più belli che ho delle partite del Sei Nazioni che vidi in passato. Mi ha fatto una profonda tristezza vederlo in quello stato di abbandono, soprattutto sapendo la storia, tutta italiana, che ne aveva bloccato la ristrutttazione per questioni di vincoli architettonici. La cosa mi fa ridere, pensando che il Flaminio sia passibile di tutela, mentre in Inghilterra Wembley è stato rado al suolo e ricostruito, senza che si battesse ciglio. 

Ieri però ho letto la notizia che vi riporto, speriamo la cosa vada in porto e che l’impianto possa tornare ad essere la casa del rugby italiano.

Sorgente: Ristrutturazione stadio Flaminio: pronti 15 milioni di euro

Restyling

Un hobby milanese, sottoinsieme dell’hockey italico del lamentarsi sempre, è quello del lamentarsi dell’ATM. Personalmente sono un forte sostenitore dei mezzi pubblici e oggi ho avuto un nuovo motivo di soddisfazione. Oggi sono saluto per la prima volta su uno di quei tram lunghi, un po’ datati, che sono stati revisionati e anche dotati di una nuova livrea. Pensavo che gli interventi fossero stati solo di facciata e invece tutti gli interni sono stati rifatti. Davvero belli, tutto considerato.

IMG_6011.JPG

IMG_6010.JPG

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: