Archivi Blog

Oggetti misteriosi


Nel primo giorno di Tromso, sono rimasto affascinato da questo oggetto. Di che si tratta? Forse osservando bene i dettagli, qualcuno puo' arrivarci.
Personalmente l'ho trovato un fantastico reperto dei quel design nordico anni 50-60, che sapeva tanto di Unione Sovietica.
.
.
.
.
Avete indovinato di che tratta?
.
.
.
Ebbene è…
.
.
.
La pulsantiera dell'ascensore del nostro albergo. Diciamo che non è esattamente l'hotel più moderno della città 🙂

Non ho l’età

Stamattina, valutando i postumi sul mio fisico di una serata alcolica ma neppure a livelli assurdi, mi è tornata in mente questa canzone di Gigliola Cinquetti.

Mi sono così trovato a pensare tra me e me (tra le mie diverse personalità si svolgono alcuni dei dialoghi più interessanti che abbia mai fatto e di questo c’è opinione unanime di tutti gli intervenuti alla conversazione) sul fatto che negli anni 60-70 ci fossero testi anche molto più espliciti (e meno volgari) di quelli di oggi. Ok, forse questo non è proprio l’esempio più lampante della cosa, però sono abbastanza convinto di questo.

Vabbè, vado a farmi un secondo caffè e vi lascio col video.

(ps ho scelto il video senza sentirlo, perchè il mio pc dell’ufficio è al momento afono, spero la qualità sia buona)

 

Mulino a vento

Oggi vi propongo una canzone che mi ha fatto conoscere il più grande esperto di musica di classe tra i miei amici… Dibe…  Girando su youtube ho scoperto che la canzone è stata eseguita anche in capolavori del cinema come “Peggio per me…meglio per te” e “Donne…botte e bersaglieri”

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: