Archivi Blog

Della malfidenza e delle aste da selfie

Ormai uno degli articoli più spesso offerti dai vu cumprà (definizione vetusta che dimostra la mia età ma chiamarli “ambulanti” mi sembra offensivo verso chi quel genere di lavoro lo fa legalmente) è l’asta per farsi i famigerati selfie con lo smartphone. Oltre a far sembrare un po’ un fesso chi lo usa, dimostra la poca fiducia nel prossimo che ormai abbiamo. Una volta non era certo un problema chiedere a qualcuno di farci una foto, ora preferiamo un’asta piuttosto che dare un nostro oggetto in mano ad un perfetto sconosciuto.

Che asta…

Tra le varie iniziative legate alla raccolta fondi pro zone terremotate, segnaliamo quella della Ferrari che sente decisamente la situazione, vista la sua ubicazione.

Oltre ai soliti memorabilia, che non vengono certo via a quattro euro, c’è anche una Ferrari con base d’asta 1.850.000 euro, un motore V8 e un musetto di F1.

La raccolta dovrebbe superare quindi i due milioni di euro.

GUARDA IL BANDO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: