Archivi Blog

Correva l’anno 2007

Correva l’anno 2007. Anzi, era l’estate del 2007. Con il mio omonimo rhodese, facevano un giro dell’Islanda molto più avventuroso di quello che non siano oggi i tuor di quel paese. In un piccolo Bnb in cui pernottavamo, trovammo a sorpresa anche un pc, dove potei aggiornare il mio blog. Segue raro reperto fotografico.

L’inefficienza economica del viaggiatore single

Hand Holding Suitcase Covered with LabelsIl mio essere, in questo periodo, forzatamente analcolico mi portò a scrivere un post intitolato “L’inefficienza economica della vita analcolica“.
Oggi, il mio essere forzatamente single e in procinto di partire mi porta a scrivere questo post.
Questa inefficienza economica si concretizza soprattutto in due situazioni: i viaggi organizzati ed i pernottamenti singoli. La prima mi riguarda poco, a parte casi sporadici come quando andai in Armenia. La seconda invece mi riguarda aimè con una certa frequenza. Purtroppo le stanze in genere hanno lo stesso prezzo sia per una che per due persone, con la conseguente inefficienza per chi è nella mia situazione.
In questi giorni mi sono trovato a dover prenotare per alcune notti a Parigi e devo dire che mi stavo non poco arrabbiando. Sono riuscito a contenere i costi grazie al sito airbnb ma poco cambia: fossimo stati in due il costo (inferiore rispetto a quello dell’hotel) non sarebbe cambiato.

E che cavolo… cornuto e mazziato.

 

Come nasce un avvistamento ufologico

C’erano una volta una coppia di miei amici, che decisero di aprire un bed and breakfast in un bucolico paesino piemontese (link markettone eheh). Per festeggiare il lancio ufficiale, organizzarono una festa con amici, che culminò con una cena in giardino e col lancio di romantiche lanterne volanti.
Peccato che in lontananza la cosa fu guardata con molto sospetto e si arrivò ad un articolo sulla sezione locale de La Stampa, in cui la fortunata signora che aveva assistito in lontananza all’evento raccontava di come… avesse visto gli ufo!
I miei amici, oltre a sbellicarsi dalle risa, hanno ovviamente fatto notare la cosa al quotidiano, che è prontamente uscito con una smentita. Almeno il tutto si è risolto in un po’ di pubblicità gratuita per una buona iniziativa imprenditoriale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: