Archivi Blog

Un weekend dalle mille sorprese (finale)

In pieno stile soap opera anni 50, ieri vi avevo raccontato la prima parte dei piccoli e grandi imprevisti che hanno accompagnato il mio weekend a Budapest, lasciandovi con la suspance di “cosa sarà successo una volta arrivati in hotel?”

Alle due di notte arriviamo finalmente all’hotel Corinthia. Comunque saremmo dovuti arrivare in tarda serata ed io mi ero premunito di scrivere all’albergo per avvisarlo. Vuoi che sia questo, vuoi la fortuna, voi che il concierge ci ha preso in simpatia ma… mentre facciamo il check in ci fa: “le stanza come quella che avete prenotato sono tutte complete, ve ne abbiamo dato una leggermente più grande. Sarebbe la 5300 ma non c’è il numero sulla porta, c’è questo nome”. E scrive qualcosa su  un foglietto. Nel video vedete cosa abbiamo trovato una volta aperta la porta…

Pubblicità

Un weekend dalle mille sorprese

Questo weekend sono stato a Budapest e i colpi di scena non sono mancati. Andiamo con ordine.

A luglio decido di regalare a Mrs Puck un weekend nella capitale ungherese per il suo compleanno. Trovo allora un’offertona su expedia. L’hotel pare stupendo (si scoprirà poi essere un 5 stelle, senza movimento), soprattutto per il prezzo pagato. Le faccio prendere il venerdì di ferie e prenoto. A fine agosto scopro di aver fatto casino con la mia agenda e che il venerdì fissato per la partenza ho un impegno di lavoro. Col capo coperto di cenere ammetto la cosa e, non essendo il volo (con Wizz Air) modificabile, ne devo comprare un altro per il tardo pomeriggio. Trovo un Alitalia con scalo a Roma. Arriviamo al giorno della partenza. Lieve ritardo sul Milano-Roma ma è a Fiumicino che abbiamo il sorpresone: causa maltempo su tutto il centro Italia, quasi tutti i voli sono in ritardo. Arriviamo così a Budapest verso l’una di notte. In hotel per le due… ed è qui che abbiamo la più grande sorpresa… ma ve ne parlerò in un altro post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: