Archivi Blog

Basta cavolini di Bruxelles

Sheldon ha sempre ragione…

Chi lascia la strada vecchia per quella nuova…

…sa quel che lascia ma non sa quel che trova. Dice l’adagio.

Io mi rendo conto che ogni tanto ho dei comportamenti alla Sheldon Cooper e ieri mi sono ritrovato a pensarla proprio come lui in una puntata di The Big Bang Theory.

In pratica mi sono accorto che i miei vicini, che hanno in appartamento speculare al mio, stanno per traslocare. È la seconda volta che accade da quando vivo lì: una giovane coppia ha figli e, dato che si tratta di un bilicale, dopo massimo un paio d’anni trasloca. La prima volta avevo salutato con gioia la notizia, perché non avevo un buon rapporto coi miei vicini, ipersensibili ai rumori. Ora invece è diverso perché non c’erano mai stati problemi. Ecco che quindi, come sheldon, sono preoccupato dai cambiamenti. Chi arriverà? Tornerò ai problemi passati o tutto proseguirà tranquillo?

Sheldon Cooper aveva ragione anche questa volta

La sceneggiatura di The Big Bang Theory ha, generalmente, delle buoni basi teoriche. Ecco che anche le strampalate fisse di Sheldon, a volte tanto strampalate non sono. Leggendo l’articolo che vi riporto qui sotto, non potevo non ricordare che in una puntata si lamentasse proprio di quanto viene descritto, invocando il ritorno dei bagni dell’Università alle salviette usa e getta.

L’Airblade spara virus 1.300 volte in più della carta e fino a 3 metri di distanza. Ma secondo Dyson la ricerca è stata condotta in condizioni irrealistiche

Sorgente: L’asciugamani Dyson è una bomba batteriologica – Wired

Un po’ Sheldon (Cooper)

Ho la fortuna di prendere la metropolitana appena dopo il capolinea. A Rho Fiera non sale molta gente e quindi alla fermata di Pero i posti a sedere sono molti. Quasi tutti i giorni riesco quindi a prendere lo stesso posto. Lontano dai bocchettoni dell’aria in estate, con la parete a fianco (per evitare vicini impiccioni he mi leggano sul cell), comodo se devo appoggiare l’ombrello. Da ormai un paio di settimane lo trovo occupato, quasi sempre dalla stessa persona. Considerate che ho un range di circa 15 minuti in cui prendo la metro. Prendo atto del posto occupato e mi siedo altrove ma non posso non rilevare il mio disappunto per la cosa. Un giorno arriverò ad un punto di zitellaggine da piazzarmi lì davanti e dire “quello è il mio posto”

The big gang theory

A volte sono così ottimista che quando qualcuno mi dice cazzate, spero nel profondo che chiosi il concetto, dopo una pausa di silenzio, con un bel…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: