Archivi Blog

Ma questo è giornalismo?

Da tempo sono molto scettico verso il giornalismo, soprattutto online. Non parlo di siti di clickbait o semidilettantistici ma di testate che dovrebbero garantire un livello di qualità accettabile.

Capisco poi che in questo periodo le notizie di non siano molte, soprattutto quelle di gossip. Però veramente c’è si cerca di creare notizie (e click) anche dove non ci sono.

Prima di tutto sono contro l’odiosa abitudine di fare un titolo che dice e non dice, al fine di invogliare ad aprire la pagina. Nei (pochi) corsi di giornalismo che ho fatto, mi era stato spiegato che il titolo deve dire già tutto e al massimo ogni elemento fondamentale deve essere presente nell’occhiello e nel primo paragrafo dell’artico. Belle parole al vento.

Tutto questo per dire che seguo su instagram Fedez e trovo assurdo come su ogni sospiro di quella coppia si cerchi di creare una notizia.

Questo weekend sono stati sul lago maggiore e lei (lui no… codardo!) ha fatto la Zipline del lago Maggio. E’ il posto dove ho portato Mrs Puck il primo weekend che siamo stati fuori assieme (al grido di “siamo agli inizi, non mi dirà certo di no…”). Ma torniamo ai Ferragnez. Lei si appresta a fare la zipline, è tesa, e lui per pigliarla per il culo la saluta dicendo “finchè morte non ci separi” e lei, come avrebbe fatto il 99% delle mogli/fidanzate, risponde con un vaffa. Questi i fatti, almeno da come si vedono su instagram, quindi penso di avere gli stessi elementi dei giornalisti.

Ecco invece, per mero esempio, uno degli articoli apparsi online: LEGGI QUI

Zipline a Las Vegas

Nel mio girovagare su Youtube di questo periodo, mi è stato proposto questo video su una zipline di Las Vegas. In effetti io sono diventato un patito di questo tipo di divertimento adrenalinico, quindi il suggerimento ci sta.

Guardandolo però ho pensato una cosa. In sé non è neppure una zipline particolarmente paurosa (nel video la fanno due bambini), però io sono abituato a tutta una serie di imbraghi che mi danno una certa sicurezza. Questo è un seggiolino con una cintura che non mi terrebbe su neppure i pantaloni. Credo avrei più problemi a fare questa zipline rispetto alle altre (più alte e più veloci) che ho fatto.

Zipline di pasquetta

Nonostante il clima non eccelso, ieri è andata in scena la zipline che tanto attendevo in Valtellina. Purtroppo il video che vi riporto non è venuto benissimo perché la telecamera, non mia, che avevo sul casco puntava molto più in basso di quanto pensassi. Si capisce comunque che l’altezza massima rispetto al suolo che si tocca è di 400 metri. Esperienza di sicuro da rifare, magari provandone una nuova.
Alcuni video migliori li potete trovare sul loro sito ufficiale.

Slotzilla

Lasciatevelo dire, se non lo sapete già: le zipline sono il divertimento adrenalinico più alla moda. Qui negli USA è già affermato ma anche sulle nostre montagne si sta diffondendo velocemente. Di che si tratta? Di lasciarsi andare, imbragato di tutto punto, su di un cavo in discesa. Una sorta di discesa in seggiovia… Senza seggiovia. In tempi non sospetti avevo detto avrei fatto slotzilla. Una zipline particolare: si attraversa la Freemont street di las vegas, passando sulla testa della gente, e lo so da a volo d’angelo e non nella classica posizione seduta. Credevo mi avrebbe fatto impressione l’altezza (si parte da ben più di 5 piani) invece nulla: mi sono solo divertito un sacco. Ora devo cercare delle zipline italiane. 

 

Vi ho mai detto che soffro di vertigini?

Ebbene sì, soffro di vertigini. Soprattutto su ponti, scale aperte e cose così. Però mi piacciono le montagne russe. In ottica estiva vorrei fare una cosa un po’ folle. So già che sarà propenso a morire di paura ma è talmente bello che vorrei farlo. Di cosa sto parlando? Guardate questo video…

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: