Archivi Blog

Ma siamo davvero in Lockdown?

Saluti dalla zona rossa. Da stamane Milano e la Lombardia sono ufficialmente in lockdown. Rispetto a marzo, però, le attività produttive e gli uffici sono fondamentalmente aperte. Certo, si favorisce lo smart working e anche noi ci siamo adeguati, però in questo caso non chiuderemo completamente e cercheremo di lasciare sempre una sparuta presenza (in genere di soci…). La sensazione però è che rispetto a ieri, esclusi i negozi, non sia cambiato poi molto. Il traffico è calato ma non particolarmente, i mezzi pubblici girano, la gente per strada c’è.

Boh. Speriamo bene.

Cronache dalla zona rossa (o quasi)

Neanche il tempo di fare un post sulla “chiusura” della Lombardia, che i provvedimenti restrittivi sono stati estesi a tutta l’Italia.

Sinceramente, da questo blog ho sempre cercato di predicare moderatezza e lo facevo anche nei miei confronti, per non farmi prendere la mano. Nel mio piccolo comunque sono sempre stato il più attento e il più timoroso possibile. Compatibilmente soprattutto con gli obblighi lavorativi, perchè purtroppo non faccio un lavoro che possa trasferirsi totalmente in smart working e se non si rispettano le scadenze non ci sono paracaduti sociali che tengano.

Detto questo, pur nella mia apprensione, mai avrei pensato che si arrivasse a questo livello di gravità. Ora speriamo che, per una volta, il senso civico prenda il sopravvento ma non ci spero molto. Si vedano le vergognose scena in stazione a Milano di sabato sera…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: