Archivi Blog

Cosa fare a Trondheim la domenica (piovosa?)

Trondheim ci ha accolto, all’arrivo del nostro treno notturno, nel modo peggiore: con uno tempo di melma. Dovevano però riempire la giornata. Abbiamo visitato la cattedrale, siamo andati al museo d’arte moderna, girato il quartiere storico e passeggiato sul ponte vecchio. Tutto sotto la pioggia. Abbiamo quindi scoperto e preso una bella linea tranviaria che arrivava fin sopra la città, in un punto da cui partirebbero (se il tempo lo consentisse) diverse passeggiate. Ok, a quel punto erano le 15… proprio girando in tram ho però visto in lontananza il grande stadio. Piccola ricerca e illuminazione: andiamo a vedere una partita di campionato del Rosemborg! Squadra costantemente nelle coppe europee e che giusto qualche giorno prima aveva battuto, a domicilio, l’Ajax. Bello stadio, bel tifo, peccato abbia perso 0-1 con un autogol con doppia deviazione….

Tra l’altro i biglietti per la partita sono stati tra le cose meno costose della vacanza.

Ostaggio della pioggia

Questo potrebbe passare alla storia come uno dei post più inutili della storia (ultra decennale) del mio blog. Il fatto è che stamane mi sono recato in tribunale di buonora  ma sono rimasto bloccato da un nubifragio. Ho l’ombrello ma con quest’acqua rasenta l’inutile. Ecco che quindi mi sono rintanato in un bar, sperando che almeno si calmi un po’.

Mandatemi un canotto. Break Bianco. Via Freguglia. Milano

Grazie 

Ma chi ce lo fa fare?

Oggi umido, freddino, buio. Ma chi ce lo fa fare di uscire di casa e andare a lavorare? Io penso a quelli che vivono nel nord Europa: come fanno ad avere un pil diverso da zero?
Poi stamane ho rifatto il letto veramente bene, mi veniva proprio voglio di infilarmi di nuovo sotto il piumone. Probabilmente mi avrebbe fatto lo stesso effetto invitante anche un pagliericcio…

People watching metropolitano

Hey tu, giovane donna in carriera che sei in piedi davanti a me in metropolitana.
Capisco che tu debba conciliare il bisogno di comodità con l’eleganza richiesta sul luogo di lavoro.
Capisco che tra borsa del pc e sacchetto della schisceta non avevi possibilità di portarti un cambio.
Capisco tutto quello che vuoi.
Però mi spieghi come ti è venuto in mente oggi, quando la migliore delle previsioni parla di secchiate d’acqua, di metterti delle scarpe basse, quasi delle ballerine???

Questo clima che mette allegria

Con questo bel clima che mette allegria, oggi mi è venuta in mente questa canzone. Chissà come mai poi, non mi è poi neppure mai piaciuta.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: