Archivi Blog

Come combattere gli spoilers

No, non parlo di tuning automobilistico ma di un problema che affligge chi, come me, è un appassionato di serie TV. Lo spoiler è quando qualcuno ti racconta qualcosa che succederà in una puntata che devi ancora vedere. In rete una persona che conosco ha condiviso questa foto, l’ho trovata geniale. Qualcuno potrebbe obiettare che in Game of Thrones la trama della serie Tv si discosta in parte da quella dei libri… E’ un problema molto sentito da noi nerd/geek al punto che The Big Bang Theory gli ha dedicato una puntata.

10418927_864197643598797_781830870429720459_n

Ricorda da dove vieni

IMG_5616.JPGNel mio periodo di massima immedesimazione con The Big Bang Theory, guardavo questo negozio in fondo a via Torino e lo vedevo come la fumetteria del telefilm: la tana dei nerd. Che poi nerd lo sono pure io ma a GW mi sono avvicinato solo di sfuggita (ho giocato un po’ a BloodBowl e mai a Warhammer). Il concetto di base, visto che in quel periodo c’era una Penny, era “non rinnegare il tuo passato ma vedi di non fare il pirla se no ti ritrovi qua”. La vita però insegna che la regola d’oro, per quanto contestata soprattutto dal pubblico femminile, è ben più che d’oro. E’ incisa nel titanio. Ogni tattica è giusta e ogni tattica è sbagliata. Così oggi, single, continuo a passare davanti a questo negozio quando vado a rifugiarmi a pranzo da Ostello Bello e continuo a guardarne l’interno con malcelato senso di superiorità. Lo stesso che riservavo, quando ero recensore di videogiochi, ai miseri appassioni e lettori 🙂

PS C’era una fantastica scena di Raj in fumetteria a San Valentino ma purtroppo non l’ho reperita su youtube. I fans della serie immagino ricorderanno a quale mi riferisco.

Quando la realtà eguaglia le fantasie più assurde

In una puntata di The Big Bang Theory, due dei protagonisti acquistano due action figure che sarebbero dovute essere a loro immagine. Non soddisfatti del risultato, si comprano una stampante 3D e se le fanno da soli. Assurdità di un sit com che parla di Nerd? Neppure troppo visto che in zona Brera ho trovato un negozio che fa proprio questo. A quanto ho potuto vedere, realizzano statuette personalizzate. Non ho avuto la faccia di bronzo di entrare a chiedere il costo ma, visto dov’è posto e visti gli impianti che servono, non penso sia a buon mercato. Non arriva alla fine dell’Expo secondo me…
20140714-115806-43086911.jpg

L’action figure del gatto di schrodinger

Da tempo vanno di moda, più all’estero che da noi, le collezioni di piccole statuette che si acquistano a scatola chiusa. Ogni serie ha un certo numero di personaggi di diversa rarità. Quando prendi una confezione, in genere di modico prezzo, non sai cosa trovarai dentro. Diciamo che è una cosa molto Nerd che stimola il collezionismo. L’apertura della confezione è sempre il momento topico: cosa si troverà dentro? Un doppione? Una rarità? Una schifezza? Un po’ come il gatto di schrodiger puoi essere tutte queste cose contemporaneamente. Lasciare allora chiuso conservando l’illusione? Naaaa

Nerdosità londinese

Tra tutte le varie espressioni della nerdosità, una di quelle che non ho mai avuto è la passione per i fumetti. Nonostante questo, ogni volta che vado a Londra faccio un salto in uno dei negozi più famosi: Forbidden Planet. Già solo il fatto di frequentare una fumetteria è abbastanza Nerd. Il motivo per cui ci vado? È pieno zeppo di altre meravigliose cavolate. Merchandising a tema videoludico, televisivo e cinematografico. Questa volta le mie sterline compensative le ho destinate a un paio di articoli dedicati alla mia serie tv preferita. Con somma soddisfazione.

20140630-063426-23666760.jpg

La corsa al biglietto

Anche quest’anno proverò a procurarmi i biglietti per Wimbledon. Nel rispetto delle tradizioni, ho da mesi il volo e l’hotel mentre i biglietti potrò provare ad acquistarli solo nei giorni prossimi all’evento, sul sito http://www.ticketmaster.co.uk. Per il campo centrare e il campo 3 ci sono infatti una quota di resi e di biglietti riservati alla vendita online. Si esauriranno in pochi secondi e io e il mio omonimo siamo pronti ed agguerritissimi come i protagonisti di The Big Bang Theory nel video che segue. Speriamo con migliore fortuna perchè altrimenti saremo costretti a una vegliataccia (magari sotto la pioggia) per metterci in coda per i biglietti dei campi secondari.

Avviso di un nerd alla sua prossima fidanzata

650x330xPixel-Panties-B.jpg.pagespeed.ic.pdLUf7smU8Ciao mia futura fidanzata, chiunque tu sia, ammesso che tu ci sarai.
A parte gli ovvi ringraziamenti per trovarmi vagamente interessante(che si fermeranno qua, non farò certo le undici pagine di Leonard per Penny in The Big Bang Theory…ma che te lo dico a fare? Se sei la mia fidanzata sai che adoro quel telefilm), volevo informarti che devi Devi DEVI assolutamente procurarti questo intimo.

Al momento è un progetto di crowfounding ma ora che ti avrò trovata e circuita, credo saranno disponibili sul mercato. Mi raccomando, ci tengo.

Grazie

Pixel Panties: ecco le mutandine a 8-bit | via Videogiochi.com.

 

 

Raj vs Puck vs Leonard

La mia passione per The Big Bang Theory è ormai nota e stranota ai miei amici e ai lettori del blog. Così come è noto che ho vissuto (o vivo) una immedesimazione col personaggio di Leonard. Le cose però cambiano e diverse sfaccettature della vita portano a somigliare più da un lato che dall’altro. Ecco che quindi in questo periodo penso più spesso all’idea, che medito da anni, di prendere un gatto. L’idea di base era prenderlo assieme a una fanciulla. Con entrambe le mie ex storiche si parlò di questo. Però, per definizione, sono ex e quindi ora sto pensando di fare il grande passo anche da solo (e anche se YdR contesta). La preoccupazione però sarebbe quella di ridurmi come Raji col suo cane… Ovvero un morboso attaccamento, assieme a quella di essere troppo disordinato a casa per poter gestire un animale. Per il nome sono in ballottaggio tra due nomi elici e uno hockeystico: Catoblepa, Faso o Saima 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: