Archivi Blog

CC Arese: al mio via (il 14) scatenate l’inferno!

Il prossimo 14 aprile aprirà i battenti il centro commerciale più grande d’Europa. Così recitano i lanci d’agenzia e gli articoli che si trovano più o meno ovunque sul web. Sede di questo complesso è l’ex area Alfa Romeo di Arese che, almeno, dopo decenni riprende vita. Per domani sono previste scene di ordinario delirio, con molti negozi (Primark e Mediaworld su tutti) che faranno gradi offerte per l’inaugurazione. Prepariamoci a servizi Tg con gente che si accoltella per un capo d’abbigliamento o un cellulare sottocosto. Non mi stupirei se qualcuno dormisse lì stanotte .

Sorgente: I negozi del centro commerciale di Arese, il più grande d’Europa

Per fortuna che mi hanno detto che è Mandela…

Oggi ho scoperto che, non distante dal mio ufficio e proprio davanti al consolato sudafricano, è stata inaugurata una statua dedicata a Mandela. Bene. Bravi. Però scusate un secondo. Guardate la foto che posto qui a fianco e guardata la galleria nell’articolo originale che vi linko qui sotto. In una scala da 1 a 10, secondo voi quanto somiglia a Mandela? Secondo me molto poco. Mi riprometto di fare un giro a vederla di persona ma dubito di cambiare idea.

Sorgente: Zona Castello – Una statua per Mandela – Urbanfile Blog

Il mese delle inaugurazioni

il primo maggio parte Expo. Il che vuole dire che oltre al sito espositivo, questo mese dovranno sparire tutti i cantieri in giro per Milano e venire inaugurate tutte le opere. Ecco un po’ di cose sparse che attendo:

– galleria Vittorio Emanuele ripulita anche nella facciata

– la linea 5 fino a San Siro

– la nuova Darsena, che è già aperta ma che non ho ancora visto

– le opere viarie della mia zona per i collegamenti ad Expo. Soprattutto via Gallarate finalmente libera e il sottopasso di Molino Dorino. Se poi aprissero anche il grande incompiuto sottopasso da viale Scarampo a piazzale Accursio sarebbe una bella sorpresa.

Milano, primo Park Field italiano

Nelle città americane, i campetti aperti per giocare a baseball e softball non si contano neppure. Qui da noi sono una rarità, anzi, fino a questo sabato non ce n’erano proprio. Al parco Forlanini verrà aperto il primo campo pubblico e a sostenere il progetto c’è uno dei miei miti: Faso. Il geniale bassista degli Elio e le storie teste, da sempre è un innamorato del baseball e ora è riuscito a coinvolgere l’amministrazione comunale e far realizzare il progetto. Di sicuro una cosa molto bella, peccato io abbastanza dubbioso sulla civiltà media di chi bazzica la zona. Speriamo non lo devastino in poco tempo.

Infine un piccolo inciso politico. Sono in genere sempre critico verso la giunta Pisapia, che secondo me non sta facendo molto per la città, in termini anche di piccoli gesti pratici di tutti i giorni (figuriamoci della sicurezza…), però devo ammettere che questa volta ha colto al volo un’ottima occasione per fare qualcosa di buono, in fretta, e senza spese eccessive.

Milano, primo Park Field italiano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: