Archivi Blog

Le canzoni di Sanremo

In questo periodo, sto forzatamente ascoltando più la radio. Ho quindi maturato una certa convinzione, pur nel massimo rispetto per l’orchestra di Sanremo: le canzoni del festival suonano meglio alla radio. Il motivo? Secondo me la pochezza dei cantanti. Infatti una delle più orecchiabili in radio è una che, sentita in diretta, mi pareva agghiacciante: il famigerato brano di Bugo e Morgan.

X Factor è finito

X Factor è finito. Quindi ci vuole un post nazional popolare di considerazioni sparse.
Ha vinto Lorenzo Fragola, che è sempre stato un privilegiato perchè a dispetto della prassi, è l’unico a cui è sempre stato concesso l’uso del cognome. Pensateci: i concorrenti di X Factor in genere ne sono privati fino all’eliminazione. Quest’anno il cognome è stato platealmente aggiunto da Cattelan mentre li presentava post eliminazione. Lorenzo Fragola no, lui è sempre stato Fragola.
I tifosi dell’Olimpia (di cui faccio parte) si sono lamentati perchè “sfrattati” dalla finale di X Factor per l’importante partita di Eurolega col Panathinaikos. Qualcuno ha detto “nessuno si ricorderà fra un anno di chi ha vinto, noi ci ricorderemo sempre di questa partita”. Ok, è stata bella ma freniamo gli entusiasmi. Il programma muove un giro d’interessa decisamente superiore, ammettiamolo.
Quest’anno ho seguito molto poco il programma. Anche la finale l’ho vista registrata, andando avanti veloce in molti tratti. Morgan ha un po’ scassato, spero si prenda almeno un anno sabbatico.
Ribadisco che alla Cabello due botte le darei sempre in allegria 🙂
Alla finale ha presenziato Arisa, io è da sabato (giorno in cui ho guardato la registrazione) che ho in mente questa canzone.

 

Granduomo nazionalpopolare intrigato

Ok, facciamo outing: io seguo xfactor. Per la seconda edizione, in pratica da quando è su SKY.
Diciamolo poi: per la prima volta, fin dai primi provini, ho una mia prediletta. Certo, per il canto ma soprattutto per il personaggio. Se la patavina Chiara domani bussasse alla mia porta per chiedermi in marito, come in un racconto di Maurizio Milani, accetterei fisso. Non è questa bellezza clamorosa ma ha quel fascino un po’ goffo che mi intriga parecchio. Ieri mi sono recuperato l’ultima puntata del live, dove ha cantato una versione tango di The Final Countdowb. Entusiasta sojo andato su iTunes a vedere se la trovavo: era il brani in testa alla classica. Forse forse gli ascolti del programma non stanno andando poi così male. Ok, sputtanandomi così, vi saluto. 🙂

A me la donna bella non mi va!

Rodolfo De Angelis, scriveva le sue canzoni negli anni 20-30 ma sono ancora attualissime. Dopo averci illuminato su come uscire dalla crisi finanziaria (Ma cos’è questa crisi?), dopo averci detto la sua su come reagire alle sanzioni economiche imposte da altri stati (Sanzionami questo!), eccolo a illuminarci su di una grande verità della vità: le belle donne creano solo problemi. Sì, mi chiedo io, perchè quelle brutte no? 🙂

Buon lunedì a tutti!

Il ritorno dei cantanti senza cognome

Una cosa che mi ha sempre colpito di X-Factor (pur senza guardarlo, l’ho visto per la prima volta quest’anno) è la totale mancanza di cognome da parte dei partecipanti. Ricordo ancora lo scorso anno: di colpo la classifica dei più scaricati di iTunes si è riempita di nomi propri… E’ scritto da qualche parte che un partecipante di X-Factor non puo’ essere presentato anche per cognome? E’ per creare un falso senso di vicinanza tra pubblico e concorrenti? Una sorta di “cantante della porta accanto”, anche tu ce la puoi fare! Mah…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: