Archivi Blog

X-Factor, il televoto e gli hacker

X-Factor è finito. Non che mi abbia scaldato più di tanto come edizione (insulti ad Arisa a parte). Ho notato però un piccolo disclaimer che appariva durante le puntate e che trovate nella foto. In pratica il voto ormai è molto “social” ma la produzione non garantisce che qualcuno non entri a taroccare il voto. Già mi vedo schiere di schiavo in un call center o in una sorta di web farm, pagati per manipolare il voto. Non è poi così impensabile. 

Mi sa che quest’anno non guardo X-Factor

1725624_1725624_fedez

A differenza di altre mie conoscenze su Facebook, avevo trovato quasi perfetta l’ultima stagione di X-Factor. Mi piaceva il mix dei giudici, mi era piaciuta la selezione dei concorrenti, mi era piaciuto lo svilupparsi della competizione. Nessun cantante in particolare mi piaceva ma in fondo è irrilevante: è lo spettacolo che guardo.

Ero quindi convinto che non si sarebbe potuto lasciare tutto come lo scorso anno, perchè si sarebbe solo potuti scendere di livello. Quello che però hanno fatto, rivoluzionando il cast dei giudici, mi pare un filino troppo estremo. Soprattutto il ritorno di Arisa mi lascia alquanto freddino (per usare un eufemismo) Magari gli darò una chances le prime puntate di selezione, ma penso proprio che quest’anno X-Factor non mi vedrà tra gli spettatori.

Sorgente: Corriere.it

X-Factor e la tempesta perfetta 

IMG_7891o, ha rasentato la perfezione del genere. Eliminato il corpo estraneo tra i giudici, inserita Skin e richiamato Elio, la versione italiana del talent è stata la prima a presentare solo cantanti a guidare le squadre. Il secondo elemento è stato l’inserimento dei gruppi “veri” e non solo di quelli vocali. Credo che in Italia la maggior parte di chi faccia musica lo faccia in questa forma, era quindi a
nacronistico lasciarle fuori e la qualità di questa categoria nel corso della gara lo ha dimostrato. Ultimo elemento è l’alchimia che pare essersi creata tra i concorrenti. Senza polemiche e invidie (apparenti) la competizione non è comunque scaduta nel buonismo. A questo punto il dilemma della produzione sarà “replicare o innovare?” Entrambe le strade sono altrettanti difficili e rischiose dopo un successo come quello 2015.

 

Angolo che giri (ex) reality che trovi

Ieri serata di incontri pseudo vip mentre andavamo al cinema (in breve: “latin lover” voto 7,5) mi sono imbattuto in una banda di ex concorrenti di reality Sky. Entrando in piazza Gae Aulenti c’erano gli Street Clerks (x-factor – E alla fine c’è Cattelan) che facevano i pirla (come abbiamo fatto almeno una volta tutti) con quelle specie di corna acustiche che ci sono sopra l’Esselunga. Sono tutti dei nanerottoli! Passata questa grande emozione, dopo aver visto il campo di grano di cui vi parlerò in un altro post, siamo andati a mangiare da Eataly. La postazione del pesce era comandata da Lorenza Alcantara (hell’s kitchen Italia). Altra grande emozione (…) e auto fustigazione morale al grido di “ma perché mi ricordo certe cose inutili e non riesco a fissare quelle importanti?”

X Factor è finito

X Factor è finito. Quindi ci vuole un post nazional popolare di considerazioni sparse.
Ha vinto Lorenzo Fragola, che è sempre stato un privilegiato perchè a dispetto della prassi, è l’unico a cui è sempre stato concesso l’uso del cognome. Pensateci: i concorrenti di X Factor in genere ne sono privati fino all’eliminazione. Quest’anno il cognome è stato platealmente aggiunto da Cattelan mentre li presentava post eliminazione. Lorenzo Fragola no, lui è sempre stato Fragola.
I tifosi dell’Olimpia (di cui faccio parte) si sono lamentati perchè “sfrattati” dalla finale di X Factor per l’importante partita di Eurolega col Panathinaikos. Qualcuno ha detto “nessuno si ricorderà fra un anno di chi ha vinto, noi ci ricorderemo sempre di questa partita”. Ok, è stata bella ma freniamo gli entusiasmi. Il programma muove un giro d’interessa decisamente superiore, ammettiamolo.
Quest’anno ho seguito molto poco il programma. Anche la finale l’ho vista registrata, andando avanti veloce in molti tratti. Morgan ha un po’ scassato, spero si prenda almeno un anno sabbatico.
Ribadisco che alla Cabello due botte le darei sempre in allegria 🙂
Alla finale ha presenziato Arisa, io è da sabato (giorno in cui ho guardato la registrazione) che ho in mente questa canzone.

 

La canzone della buona domenica

Oggi mi sono svegliato con questa canzone in testa.

Siamo onesti, perchè mi è tornata in mente questa canzone? Il merito è dei tanto vituperati talent show.
In settimana c’è stato il primo live di xfactor, che seguo da quando è su sky. E’ uno dei due talent che guardo, assieme a Masterchef. Entrambi sono accomunati dal fatto di essere demonizzati da chi si sente “superiore” a programmi del genere. Per me vanno presi per quello che sono: intrattenimento. Se poi mi fanno sentire qualche canzone che avevo dimenticato o farmene scoprire di nuove, se mi fanno venir voglia di cucinare o di provare qualche ristorante sfizioso… tanto meglio no?

Canzone spensierata

Questo venerdì volge al termine e io vi lascio con una canzone fischiettante, al limite della canzone da stonare.

Ok, insultatemi per i miei gusti televisivi e canori ora. 🙂

La finale di X-Factor


Stasera c’è la finale di x-factor Italia e non poteva mancare il mio post nazional popolare. Per l’appuntamento di stasera del forum cercai pure di vincere i biglietti come abbonato sky, se non altro per poi irridere le fans dei One Direction e i loro genitori disposti a spendere cifre esose anche solo per fargli assistere alla comparsata che faranno stasera. Tornando alla gara, guardando le selezioni, indicai subito violetta come la mia favorita. Ammetto altresì di aver abiurato tale scelta nel proseguo dei casting. Ora, dopo l’inedito (Dimmi che non passa) non so se vincerà, sicuramente io tiferò per lei. Questa canzone ha spodestato nella mia personalissima playlist, il duetto tra Chiara e Mika (Stardust, recentemente pubblicato in un greatest hits pubblicato per il solo mercato italiano).
Ironico che il testo di Stardust lo sentirei più mio quest’anno, mentre quello di Dimmi che non passa era perfetto per l’anno scorso. Considerazioni personali a parte, vediamo come andrà a finire, visto che non c’è un favorito assoluto. Speriamo solo non vincano gli Ape Escape.

 

…e diciamolo…forse Aba è più gnocca ma anche lei non scherza 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: