Archivi Blog

Sara Tommasi a Gardaland

La povera Sara Tommasi non sa più che fare per far parlare di sé. Deve fare sempre di più per ottenere sempre di meno. Sì, perchè ormai i suoi strip non fanno quasi più notizia. L’ultimo lo menzioniamo solo per la location, Gardaland. Ormai si rasenta davvero il patetico, oltre che essere di pessimo gusto visto il numero di bambini presenti.

Pubblicità

Trenta centimetri di dimensione artistica (fotografica)

No, non parlo del film porno di Sara Tommasi
No, non sto parlando delle buone e vecchie PVD

Mi riferisco all’email con le rigide norme di sicurezza olimpiche, che ho ricevuto stamane e della quale vi ho già accennato nel precedente post.  Dopo gli oggetti vietati, passiamo a quelli il cui accesso è regolamentato.

La norma che mi interessa particolarmente è quella sull’attrezzatura fotografica. Ovviamente l’utilizzo commerciale degli scatti è vietato senza accredito. Altrettanto ovviamente non potevano vietare a chiunque di portarsi una macchina fotografica. Quale discriminante mettere? Trenta centimetri. Che vuol dire tutto e non vuol dire niente. Fatto sta che l’attrezzatura non puo’ superare i trenta centimetri di dimensioni (altezza? larghezza? profondità?). Diamo per scontato che si parli dell’obiettivo. Dovrei rientrarci anche con il 75-250 ma per le mie stupide fisse di rispettare alla lettera i regolamenti (su questo seguirà un post ad hoc) sono già in fibrillazione.

Fatto sta che mi sembra una discriminante alquanto aleatoria.

La quiete dopo la tempesta

Dopo l’abbuffata di visite con il post su Sara Tommasi della settimana scorsa, secondo nella storia del mio blog solo a quello su Edita Bente, ho avuto un mix di impegni mondani e appagamento da counter. Il risultato? Non scrivo da venerdì. Oggi cerco qualcosa da dirvi anche se vi annuncio che un amico mi ha girato un’altra notiziona sull’eroina di grandi e piccini…

Hey tu che sei qua per leggere di Sara Tommasi…

…innanzi tutto grazie per essere passato. Sei uno dei tanti venuto qui seguendo non so bene quale traccia della rete. Le statistiche di wordpress sembrano dire che tu, come molti altri, sia stato folgorato dalla sulla via di Damasco e ti sia svegliato con la voglia di leggere di Sara Tommasi e di farlo sul mio blog. Questa versione non mi convince e per questo ti chiedo: come sei arrivato qua? Google? Liquida? Altri motori di ricerca? Sarò grato a chiunque me lo dicesse. Buona giornata e buona Sara Tommasi a tutti! Che il suo chip sottocutaneo che la costringe a fare sesso sia attivo anche nella gnocca di fianco a voi e vi stanti addosso!

Ma perchè dovrebbe fregarcene qualcosa di Sara Tommasi?

Ogni giorno sul sito del Corriere (ripeto scandendo bene s u l s i t o d e l c o r r i e r e… il più importante quotidiano italiano…) appare almeno una notizia su Sara Tommasi. Ma chi è? Perchè dovrebbe fregarcene qualcosa? Soprattutto visto che le notizie variano tra il pruriginoso, il chisenefrega e il palesemente falso.
Tant’è…deve avere un ottimo ufficio stampa. Comunque per soddisfare sta curiosità mi sono letto la sua pagina di wikipedia. Ah, l’Isola dei Famosi? Ecco perchè non la conoscevo… che poi… famosa per cosa? Prima Veline, Paperissima e Paolo Limiti. No comment.

Comunque ho così trovato il link a un articolo spassosissimo (ancora più assurdo della sua trasmigrazione da un autogrill all’altro in stato confusionale qualche giorno fa…) in cui dichiara di esser costretta a fare sesso tramite un chip. Lo avranno usato anche per convincerla a girare il porno di prossima uscita? Ah no, per quello l’hanno drogata…

Gioco, partita, incontro… ha vinto lei mi arrendo.

PS E comunque è laureata in Bocconi…non certo alla Cattolica 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: