Archivi Blog

Visto in TV

Il bollino “Visto in TV” è un logo totalmente anni 80 e totalmente Usa che campeggia sulle confezioni di parecchi articoli che, nel corso della propria storia, sono passati attraverso le televendite. A volte articoli del genere te li ritrovi in casa. A me è capitato con questa Handy Stufetta. Reputo i miei persone di un certo raziocinio ma, visto che la mela. Non cade mai lontano dall’albero, ogni tanto hanno queste derive consumistico/trash/nerd. In linea di principio, quindi, non posso che apprezzare. Certo che però ce ne vuole di fantasia per pensare che sta roba riscaldi totalmente una stanza di medie dimensioni.

AMMETTO che personalmente non l’ho ancora provato. I miei dicono non sia stato un grande acquisto. Però prometto che nel weekend lo testo e aggiorno il post.

Annunci

Una canzone trash per l’estate

Già una ve ne avevo proposta. Oggi devo dire che questa, veramente trash, non mi dispiace affatto. Soprattutto il video.

 

Sugli sugli bane bane 

Concludo questo mercoledì, che sa tanto di venerdì, con questo video. Fantastico quanto sono goffe in questi primi tentativi anni 70 di video musicali.

Che il trash sia con voi!

Lobotomia portami via: letture da ombrellone

Premessa: non so nulla del libro di cui sto per parlare né della sua autrice. Le considerazioni che seguono sono fatte in base a titolo, campagna pubblicitaria ed evidente posizionamento sul mercato.

  

Passeggio per i portici di Chiavari e mi imbatto in questo cartonato. Ok, l’estate è spesso il periodo delle letture leggere, quelle cosiddette “da ombrellone”. Ok, agosto è il numero, assieme a quello di dicembre, con cui le riviste di astrologia fanno gran parte del loro fatturato. Va bene tutto. Riesco a farmi andare bene anche il titolo.

Ma il sottotitolo no.

Il sottotitolo no.

NO.

Non posso accettare che ci siano donne che comprino un libro che si presenta con “le stelle non mentono, gli uomini sì”.

Concedo troppe chances, anche agli youtuber

Ci sono cascato. Perdonatemi. Lo sapevo che non dovevo farlo ma l’ho fatto.
Oggi ho visto 30 secondi di un video di Favij. Non ero partito con quell’intento. Ero andato su youtube per trovare dei video dello spettacolo Love del Cirque du Soleil. Poi nella homepage mi hanno messo questa anteprima e… ci sono cascato.
Mi sono detto: ma sarà ancora così scadente? Magari col tempo ha modificato un po’ il suo stile. Crescendo è diventato qualcosa (non qualcuno) di più interessante da guardare.
No. La risposta è no. Drammaticamente no.
Ma perchè io devo concedere sempre queste ennesime chance che poi vengono drammaticamente sprecate?

Forse si sono estinti

Siamo al 24 dicembre e forse finalmente lo posso dire: i babbo natale Free climber si sono ormai quasi estinti. Una delle derive più brutte (da non confondere con kitch e trash) degli ultimi dieci anni è finalmente arrivata alla sua fine naturale. È ormai dall’inizio dell’avvento che mi aggiro guardingo per le vie ma ormai i superstiti sono pochi. Se continua così, tra un paio d’anni potrei pensare di metterlo io!

Il gatto nel Pt Cruiser

Ieri sono stato ad un raduno di Pt Cruiser. Nonostante il clima, la giornata è stata particolarmente piacevole, anche per il fatto che sono riuscito ad evitare tutti i discorsi tecnici di cui non capisco niente. Per celebrare la bella giornata, vi regalo una canzone abbastanza trash ma allegra, dedicata ad un auto che solo chi ne capisce sa apprezzare.

Ingiustizie editoriali: Cronaca Vera vs Weekly World News

IMG_5708.JPG Oggi, con sommo stupore, ho scoperto che Cronaca Vera (versione cartacea) esiste ancora. Ho trovato la cosa profondamente ingiusta. Il geniale Weekly World News ha chiuso con la cellulosa da anni (e la sua versione digitale non ha lo stesso appeal). Un giornale che vive sul border line tra realtà e finzione ha maggior ragion d’essere di uno che faceva della parodia trash il suo credo.
Un altro motivo per non avere speranze sull’evoluzione del genere umano.

Tra l’altro sul sito di Cronaca Vera per me usano delle vecchie foto scansionate dal WWN.

Per chi fosse interessato a un po’ di storia del Weekly, consiglio la pagina di Wikipedia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: