Archivi Blog

Aria di Wsop

Le Wsop Circuit Events fanno in questi giorni tappa nel nostro paese, al casinò di Campione d’Italia. Gli eventi principali avevano un Buy In improponibile per le mie tasche ma soprattutto per il mio budget pokeristico. Ieri sera c’era comunque un torneo satellite (che cioè qualificava, con spesa ridotta, a uno degli eventi maggiori) e ci ho provato. Non ho giocato benissimo ma è una sensazione che ho spesso a Campione, perché credo che il livello medio sia abbastanza alto. Esperienza nonostante tutto positiva, qualche buona ora di gioco e la possibilità di dire di aver fatto capolino nell’anticamera dell’anticamera dell’anticamera delle worldwide series of poker.

Ricordi fotografici dal MiniIPT

Concludiamo, definitivamente, il capitolo MiniIPT di Sanremo pubblicando la foto che mi è stata fatta (come a tutti i concorrenti) durante il primo giorno di gara. Direttamente dal sito PaganoEvents

I pokeristi italiani amano le toppe

L’avevo già notato in passato, frequentando tornei di buon livello, l’ho notato ancora adesso a Sanremo in occasione del MiniIPT. Pur con la crisi, pur col fatto che la bolla di entusiasmo intorno al poker Texas Hold’em si sia un po’ sgonfiata: il giocatore italiano brama mettersi una toppa sulla felpa per sentirsi nel suo piccolo un pro. Che sia di un prestigioso sito o di un gruppo di amici che si credono un team, il giocatore italiano vuole sedersi al tavolo e far sapere a tutti che non è come gli altri paria, lui ha una toppa sulla felpa! Poi magari gioca peggio di molti altri ma potrà sempre dare la colpa alla sfortuna o al fatto che gli altri non capiscono il suo gioco, avanti di cinque anni.
È un po’ come nel golf se vuoi metterti divise sgargianti e un po’ da buffone. Va benissimo fare il personaggio, ma solo se hai la tecnica per essere inattaccabile.

Campione d’Italia vs Sanremo

I due paesi hanno alcuni aspetto in comune. Il primo e il più evidente è la presenza di un casinò. Un’altra somiglianza, che ho notato nella visita ligure, è la presenza inquietante di agenzie immobiliari che scrivono gli annunci in italiano e in russo. Come direbbe YdR: l’annuncio per la seconda casa in una lingua da nuovi ricchi è totaleuteria.

Ps Sanremo però ha qualcosa in più: la statua di Mike Bongiorno

20131020-153755.jpg

Una settimana al MiniIPT

Come credo di avervi già scritto qui, il prossimo weekend mi farò un piccolo regalo. Andrò a Sanremo per giocare la versione low cost della tappa dell’Italia Poker Tour.
Anche se online non sto giocando particolarmente bene, sono abbastanza carico per l’evento. Mi manca molto il gioco live. Online non è neppure lontanamente la stessa cosa.
Per coloro tra di voi che amano particolarmente il rischio, sul sito Pokeropoly sono ancora in vendita delle quote della mia partecipazione. Il meccanismo è semplice: con una minima quota si entra nel capitale e si ricevono anche gli eventuali utili, derivanti da un piazzamento a premo.

Per chi fosse interessato, ecco il LINK

KAZ VEGAS ESISTE… ma non è esattamente un posto esaltante

Kaz Vegas esiste! Un paio d’anni fa venni a conoscenza del progetto (e soprattutto dell’uomo che vi era alle spalle) ne fui subito incuriosito. Poi però pensavo fosse rimasto tutto sulla carta…invece qualcosa c’è. Forse però era meglio non ci fosse…

Kazakhstan: High Rollers Hit Kaz Vegas, A Far Cry from Las Vegas | EurasiaNet.org.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: