Archivi Blog

Ode al servizio clienti Playstation

sackboy Ieri vi scrivevo di come il mio account Playstation Network fosse stato hackerato.

Oggi sono qui a tessere le lodi dell’assistenza Sony Playstation. In genere si dicono peste e corna dei servizi clienti e soprattutto dei call center ma, in questo caso, non posso che parlarne bene.

Alle 13.15 compilavo un form di assistenza online. Alle 13.45 trovavo sul sito il numero di telefono (unico aspetto migliorabile del loro servizio cliente è appunto la facilità a reperire questo numero). Mi rispondeva una persona molto pragmatica è disponibile a venirmi incontro per risolvere il problema. Nel frattempo avevano già evaso la mia mail. Al telefono mi hanno detto che la cosa sarebbe stata sistemata in un paio di giorni ma alle 19 già ero di nuovo in possesso del mio account. Complimenti.

Della diffidenza verso gli operatori telefonici (e i loro agenti telefonici)

Come vi scrissi, venerdì sono stato contattato da una commerciale Fastweb, di cui sono già abbonato. A quanto pare a casa mia è arrivata finalmente la fibra ottica e mi offrivano il cambio di modem senza costi aggiuntivi. Dopo l’iniziale entusiasmo la mia diffidenza è venuta fuori per diversi motivi.
Prima di tutto, a mia esplicita richiesta, mi è stato risposto che non serve l’intervento di un tecnico e che il modem è auto installante. Al momento avevo accettato la risposta giustificandola così: evidentemente con le nuove tecnologie, la fibra arriva fino alla derivazione e poi da lì il segnale riesce ad andare sul solito cavo. Più ci penso e più mi sembra una cavolata. A ruota sono arrivati altri dubbi: ma se non è il modem per la fibra, cosa mi mandano? Solo un nuovo modello? Siamo sicuri che non dovrò pagare niente? Ai posteri l’ardua sentenza.

Spezziamo una lancia in favore dei servizi clienti

Oggi ho avuto a che fare, in chat, con il servizio clienti di Amazon. Dall’altra parte tale operatore “Martina”, che per quanto ne so poteva anche essere un nerboruto omaccione ma, si sa, un bel nome femminile ingentilisce il cliente, spesso iracondo. Non era comunque il mio caso.

Devo dire che è stata/o molto competente e disponibile. Dovrei aver risolto tutti i problemi, sono in attesa di una mail di conferma.

Se così non fosse, riprendo in mano il post e ne cambio nettamente il tenore 🙂

Il famigerato fax telecom

Fidatevi, capisco perfettamente quanto possa essere spietata la concorrenza sul mercato, soprattutto in questo periodo. Fidatevi, capisco anche che la vita nei call center sia quanto di più alienante ci possa essere (la catena di montaggio della prima rivoluzione industriale)…però anche noi alla fine ci incavoliamo.
Andiamo con ordine. Da mesi ormai l’ufficio è tempestato di chiamate da agenti di compagnie telefoniche. Prima erano generiche poi, visto che venivano rimbalzati, si sono inventati i netbook in omaggio. Ora siamo arrivati a una nuova perversa mossa per aggirare le barriere che negli uffici e nelle società si mettono per non far inoltrare ai responsabili queste chiamate: il fax telecom.
In pratica telefonano e dicono “avete ricevuto il fax da parte della telecom?” ovviamente non c’è nessun fax. A risposta negativa passano il fantomatico “superiore” che vuole parlare col responsabile. Ovviamente la prima volta ci siamo cascati. Ora basta. Siamo dalle due alle tre telefonate al giorno con questa scusa. Io capisco tutto però non potete stracciare così i maroni! A sentir loro si dovrebbe cambiare operatore telefonico ogni mese.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: