Archivi Blog

il WOW-FI di Fastweb arriva in tutta Italia

Del WOW-FI lessi già mesi fa, rimanendoci male. Si tratta di un’idea molto interessante (e già sfruttata anche da altri operatori): tutti i modem casalinghi di questo operatore vengono, in parte e automaticamente, dedicati ad hotspot riservati agli altri abbonati. In pratica se sei cliente Fastweb, altri clienti Fastweb che passano dalle tue parti possono collegarsi (con apposite credenziali) al tuo modem. Però anche tu, andando in giro, puoi collegarti agli altri router.

Inizialmente era solo per Milano e poche altre città. Da fine agosto sarà, praticamente, per tutti.

Il prossimo passo sarà aspettare un sms con le credenziali da inserire nel proprio smartphone e andando in giro ci si connetterà automaticamente ai punti disponibili.

Sorgente: WOW FI

Wifi Condiviso

Gli operatori telefonici si stanno buttando sull’offerta di Wifi condiviso in giro per le grandi città. Vodafone (per gli utenti domestici), Tiscali e Fastweb (di cui in calce vi riporto la pagina dedicata), offrono ai loro clienti la possibilità di collegarsi ad hotspot “privati”.

Il meccanismo, se l’ho capito bene, dovrebbe essere per tutti gli operatori il seguente:

A casa mia sarei collegabile a una rete tiscali ma, non essendo loro abbonato, non riesco. Dal mese di dicembre Wow Fi (questo il nome del servizio di Fastweb) sarà disponibile anche a Milano. Vi farò sapere se riesco ad utilizzarlo.

Sorgente: WOW FI

L’erba del vicino ha sempre più Mbps

Tempo fà mi contattò (e ve lo scrissi) Fastweb, di cui sono abbonato, per dirmi che presto avrebbero convertito la mia linea adsl in fibra. Senza costi aggiuntivi, senza interventi tecnici (non mi arriva la fibra effettivamente a casa) e senza che me ne accorgessi.

Attese a parte, basta vedere quando è stato scritto il post che vi ho linkato, lunedì mi arriva un sms che era iniziato l’intervento tecnico. Ieri un altro per dirmi che era tutto operativo. Allora arrivo a casa e come prima cosa, da bravo nerd, faccio uno speed test. Se prima in dowload facevo 11 Mbps ora ne faccio 23. In upload sono passato da 1,5 a 10. Ottimo no? Sì ma…

Non è che sia “vera fibra”, quella arriva a 100 Mbps… Vabbè, per ora me la faccio bastare…

A pensar male si fa peccato

Sono un appassionato di proverbi e ieri sera mi è spontaneamente venuto in mente “a pensar male si fa peccato ma non sempre si sbaglia”. Soprattutto se ci sono di mezzo gli operatori telefonici. Qualche giorno fa vi scrissi che ero stato contattato da una commerciale Fastweb, di cui sono abbonato, per avvisarmi che la fibra era arrivata a casa mia e che mi avrebbero spedito gratuitamente il nuovo modem. Prima entusiasta, poi dubbioso, aspettavo la consegna. Un amico su facebook aveva almeno placato i miei dubbi tecnici: era plausibile passare alla fibra senza l’intervento di un tecnico. Ieri arriva il pacco. Entusiasta, appena a casa provo a fare il test della vecchia connessione, per confrontarne poi i dati con la nuova: 13,80 in download, 0,90 in upload. Attacco il modem, la configurazione fila liscia, compreso il cambio della password Wi-Fi. Lancio il test e… Ottengo gli stessi identici dati. Un filino inviperito telefono al call center di Fastweb. Dopo una discreta attesa mi risponde un’operatrice dall’accento straniero e dal tono un po’ sprezzante. Le spiego la questione e mi ride quasi in faccia “ma certo, stiamo facendo i cambi ma non sono ancora attivi… L’avviseremo via sms”. Peccato che la commerciale avesse detto altro. Ora aspetto con sospetto la prossima bolletta, che in teoria dovrebbe essere invariata.

Della diffidenza verso gli operatori telefonici (e i loro agenti telefonici)

Come vi scrissi, venerdì sono stato contattato da una commerciale Fastweb, di cui sono già abbonato. A quanto pare a casa mia è arrivata finalmente la fibra ottica e mi offrivano il cambio di modem senza costi aggiuntivi. Dopo l’iniziale entusiasmo la mia diffidenza è venuta fuori per diversi motivi.
Prima di tutto, a mia esplicita richiesta, mi è stato risposto che non serve l’intervento di un tecnico e che il modem è auto installante. Al momento avevo accettato la risposta giustificandola così: evidentemente con le nuove tecnologie, la fibra arriva fino alla derivazione e poi da lì il segnale riesce ad andare sul solito cavo. Più ci penso e più mi sembra una cavolata. A ruota sono arrivati altri dubbi: ma se non è il modem per la fibra, cosa mi mandano? Solo un nuovo modello? Siamo sicuri che non dovrò pagare niente? Ai posteri l’ardua sentenza.

Cambiare fa bene (ma non commercialista, se il vostro commercialista sono io)

Oggi Vodafone ha lanciato una nuova tariffa e così ho cambiato il piano tariffario che avevo dal 2009.
Mi hanno chiamato da Fastweb/Sky per propormi il pacchetto unico (homepack)…visto che già mi tentava ho accettato.
Giornata di grandi cambiamenti. Ai posteri l’ardua sentenza.

Terremotato digitale

Oggi c’è stato un terremoto nel nord e visto che, mi pare, non ci siano state vittime o danni gravi, possiamo anche riderci su.
Mi posso definire un terremotato digitale. Dal momento della scossa fino a pochi minuti fa sono stato tagliato fuori dalla rete, sia adsl che mobile (vodafone ancora mi fa le bizze, fastweb dopo svariati insulti ha risolto). Non ci si rende conto di quanto internet conti per il nostro lavoro fino a che ti trovi ad essere isolato telematicamente. Sclero totale sia per le cose mie sia perchè per non si sa bene quale motivo, ero eletto parafulmine dello studio. Una giornata terrificante

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: